We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Campana (Cosenza) - Si pianifica la 552^ Fiera della Ronza


Oltre 60 produttori, ambasciatori dell’enogastronomia, della ristorazione e dell’artigianato tipico, provenienti da ogni angolo della Calabria, a Campana, per la 552esima edizione della Fiera della Ronza, tra le più antiche ferie del Mezzogiorno e d’Europa. “Il ritorno alla terra per la sovranità alimentare e lo sviluppo durevole”. È questo, lo slogan che fa da sfondo alla tre giorni in programma dal 5 al 7 giugno prossimi. Protagonisti la zootecnia, l’artigianato e le eccellenze Made in Calabria. L’evento prevede, oltre a street food e artigianato locale, diversi momenti di approfondimento e dibattito, ai quali prenderanno parte anche i vertici regionali di  Confagricoltura, Cia e Coldiretti.”L’obiettivo condiviso dall’Amministrazione comunale e da Slow food”, ha commentato il sindaco Agostino Chiarello, “è quello di far tornare a essere la Fiera, istituita nel 1464 da Re Ferdinando D’Aragona, prima ancora che Cristoforo Colombo scoprisse l’America, riferimento per lo sviluppo eco-compatibile e per la sovranità alimentare; uno fra i momenti più importanti del Sud per la valorizzazione delle produzioni autentiche territoriali e dell’artigianato. È, questa, la sfida che, sottesa alla sottoscrizione del protocollo d’intesa, nei mesi scorsi, alla presenza del Presidente Mario Oliverio”.  Il 5 giugno il mercatino della Ronza sarà operativo dalle ore 10; lo stand di ristorazione identitaria dalle ore 13. Alle ore 16, presso il campo sportivo Scalambrino si disputerà il Trofeo della Ronza, il triangolare di calcio in collaborazione con l’Ac Campana e la partecipazione di  Ss Mandatoriccese e Azzurra Scala Coeli. Lunedì 6. Alle ore 16 sarà presentata l’App Campana, alle 17, l’incontro sul tema “Territorio, ruralità, cooperazione e comunità”, al quale interverranno, oltre al Sindaco Chiarello, Maurizio De Luca, responsabile reg. Cooperative produzione e lavoro – Legacoop Calabria, Angela Robbe, Presidente Legacoop Calabria, Lina Pecora del Consiglio nazionale Ordine degli agronomi, Franco Laratta, Vicepresidente Ismea e Federica Roccisano, Assessore Politiche Sociali Regione Calabria. Martedì 7, coordinati da Lenin Montesanto (Slow Food), si confronteranno sul tema “Marcatori identitari agroalimentari, zootecnia e sviluppo locale, Domenico Bevacqua, Presidente Commissione Ambiente Consiglio regionale, Pietro Molinaro, Presidente regionale Coldiretti, Fortunato Amarelli, Amministratore Delegato della Fabbrica di Liquirizia Amarelli di Rossano e Mauro D’Acri, Consigliere regionale delegato all’Agricoltura. Dopo le testimonianze dei sindaci di Canna, Rocca Imperiale, Cirò, Civita, Mormanno, Saracena, Roseto Capo Spulico, Longobucco, Umbriatico e Trebisacce, ci saranno i contributi di Nicodemo Oliverio, membro della Commissione Agricoltura Camera dei Deputati, di Carmelo Salvino, Presidente Fincalabra. Le conclusioni sono affidate al Governatore Mario Oliverio.


di Redazione | 31/05/2016

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it