We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Amministrative, ampia partecipazione di pubblico dibattito con i candidati a sindaco


Oltre 6 mila partecipanti tra spettatori virtuali e in carne ed ossa. 5200 visualizzazioni in poche ore e che continuano a crescere da ieri sera. Like, condivisioni e tanti commenti. I contatori della diretta sulla pagina Facebook di Lenin Montesanto – Comunicazione & lobbying, scandiscono il successo del faccia a faccia con i 7 candidati sindaci.  Ospitato al Cinema San Marco, nella serata di mercoledì 11 maggio vi hanno preso parte circa 1000 persone che per oltre 2 ore e mezza di dibattito, hanno affollato poltrone, corridoi e ogni centimetro calpestabile dentro e fuori la sala. – L’evento di questa campagna elettorale 2016 è stato promosso dalla Montesanto Sas. La giunta che verrà? Per Tonino CARACCIOLO, dovrà essere composta da 4 assessori con delega ai problemi e alle opportunità. Saper copiare da modelli vincenti, ecco perché l’assessore al turismo che sarà nominato da Stefano MASCARO potrà essere individuato anche fuori Rossano. Per Stanislao ACRI gli assessori saranno scelti con e tra gli attivisti del meetup. D’accordo Giuseppe CAPUTO, Flavio STASI, Giuseppe ANTONIOTTI ed Ernesto RAPANI: la scelta dell’Esecutivo spetterà al Sindaco. – Continuità amministrativa, valore o disvalore? Per ANTONIOTTI, CAPUTO e RAPANI, bisogna salvare le cose che funzionano e valorizzare i progetti già avviati. Anche per CARACCIOLO ma, e con lui si sono dichiarati d’accordo STASI e MASCARO,serve una discontinuità profonda, soprattutto nel metodo di governo. Il metro di ACRI sarà la democrazia partecipata. – Rischio dissesto finanziario? La ricetta di CARACCIOLO è quella di eliminare i dirigenti colpevoli e investire su acqua pubblica, quote demaniali e alienazione dei beni pubblici. Per ACRI bisogna rivedere la riscossione tributi. D’accordo MASCARO e RAPANI; quest’ultimo, in particolare, suggerisce di ricorrere alla tecnologia diminuendo i messi notificatori. Per CAPUTO bisogna valorizzare l’Ufficio Europa e partire dagli sprechi, ad esempio canile comunale o parco auto. Per ANTONIOTTI, invece,le casse comunali sono state lasciate in ottimo stato.  Dall’eventuale formazione politica fatta sui numerosi candidati al consiglio comunale, alle politiche da attivare per la rivitalizzazione e riqualificazione del centro storico, dall’individuazione degli errori fatti nel passato, alle eventuali alleanze al ballottaggio fino ai rapporti con gli altri comuni del territorio. Questi gli altri temi toccati. – 3 minuti a testa, scanditi da un cronometro con sirena, per rispondere alle domande delle tre giornaliste Anna RUSSO (Gazzetta del Sud), Mita BORGOGNO (Il Quotidiano del Sud) e Monica CURIA (Ansa). Era, questo, il tempo a disposizione per i candidati sindaci coordinati, negli interventi, dal lobbista Lenin MONTESANTO. E da Rossella CIACCI, esperta in politiche europee che ha rivolto a tutti domande diretta sulla fattibilità di alcune proposte contenute nei rispettivi programmi. – Tra gli altri argomenti emersi nel dibattito la necessità di dotarsi o meno di professionisti dell’euro-progettazione per intercettare direttamente le importanti risorse comunitarie. Due le scuole di pensiero e le soluzioni emerse: da una parte quelli (quasi tutti) per i quali basterà rafforzare l’attuale ufficio Europa; dall’altra quelli, in particolare CARACCIOLO, che ritengono necessario, per l’ente, dotarsi (senza aggravio per le casse comunali) di progettisti esterni adeguati alla complessità della nuova programmazione.


di Redazione | 13/05/2016

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it