We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Problem solving, gli studenti sono rientrati da Cesena. Un ottimo sesto posto per un allievo della “Padula”


di ANTONIO IAPICHINO - E’ assolutamente incomputabile la gioia e la soddisfazione da parte degli alunni, dei genitori e di tutto il personale docente e non docente della scuola secondaria di primo grado (scuola media) “V. Padula” appartenente all’Istituto comprensivo Crosia Mirto. L’istituzione scolastica ionica ha rappresentato la Calabria alle finali nazionali delle Olimpiadi di Problem solving (Informatica e pensiero algoritmico nella scuola dell'obbligo).Una folla di docenti e ragazzi emozionati si è ritrovata a Cesena, presso il Dipartimento di Ingegneria e Scienze informatiche dell’Università di Cesena - Bologna. A prendere parte alla straordinaria esperienza gli alunni Immacolata Leone, Antonio Pio De Simone e Rosita Vecchio protagonisti della gara finale individuale. Inoltre, la stessa scuola di Mirto Crosia ha partecipato con la squadra “Project” 3 D formata da Immacolata Leone, Francesco Lorenzo De Risi, Antonio Pio De Simone e Angela Ottomano. Nella fase iniziale sono stati 22mila i classificati nelle varie regioni d’Italia. I finalisti 288. Antonio Pio De Simone del Comprensivo cittadino si è classificato a un ottimo sesto posto. Ad accompagnare gli alunni, la Dirigente Rachele Donnici, il Dsga Carmela Maringolo, docenti referenti, docenti accompagnatori e alcuni genitori. Gli studenti della scuola ionica hanno misurato le proprie abilità con i giovani colleghi delle altre città d’Italia nelle gare individuali e a squadre di informatica, algoritmica e programmazione, per la categoria della scuola secondaria di primo grado. La notizia ha suscitato orgoglio e gioia nell’intera comunità scolastica e sociale. La dirigente della scuola, Rachele Donnici, l’Amministrazione comunale  guidata dal sindaco Antonio Russo e i referenti di vari sodalizi locali hanno espresso parole di lode per il traguardo raggiunto dai ragazzi della cittadina ionica  ma altrettanta gratitudine nei confronti dei docenti per l’impegno mostrato, la dedizione e la passione profuse. Le “Olimpiadi di Problem Solving”, per l’anno scolastico 2015-2016, rivolte agli alunni della scuola dell’obbligo, sono state promosse dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale d’istruzione. La competizione  ha avuto l’obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze di problem solving e valorizzare le eccellenze presenti nelle scuole. Inoltre, sollecitare la diffusione dei contenuti scientifici culturali dell’informatica come strumento di formazione (metacompetenze) nei processi educativi; sottolineare l’importanza del pensiero algoritmico come strategia generale per affrontare i problemi, metodo per ottenere la soluzione e linguaggio universale per comunicare con gli altri, ma anche stimolare l’interesse a sviluppare le capacità richieste in tutte le iniziative attivate per la valorizzazione delle eccellenze. Integrare le esperienze di coding in un riferimento metodologico più ampio, che ne permetta la piena valorizzazione educativa.


di Redazione | 09/05/2016

Pubblicità

cinema teatro sanmarco rossano 10 aprile decennale IonioNotizie.it vendesi tavolo da disegno studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it