We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Sezze (Latina) - XVI° Sagra della Zuppa di Pane con Fagioli


Sedici anni di splendida passione, serietà, impegno e, soprattutto, di eclettica esperienza associativa: sono questi gli elementi fondamentali che hanno permesso alla Sagra della Zuppa di Pane con Fagioli di diventare una delle più conosciute e riuscite Sagre paesane del territorio pontino.  Organizzata come sempre dall’Associazione Culturale Noi di Suso, la XVI edizione della Sagra della Zuppa di Pane con Fagioli, quest’anno si terrà a partire da venerdì 30 luglio fino a tutta domenica 1 agosto prossimo, a Sezze, in località Chiesa Nuova, presso la proprietà Orsini. Si rinnova così, - sottolinea testualmente una nota dell’Associazione “Noi di Suso” - una delle più importanti manifestazioni enogastronomiche che si svolgono nel corso del periodo estivo e che riscuotono un enorme successo malgrado siano dedicate a piatti tipicamente invernali come, appunto, la Zuppa di Pane con Fagioli che rimane una delle più antiche e gustose pietanze della ricca e rinomata cucina setina. Una Sagra, quella della Zuppa di Pane con Fagioli <<che in pochi anni si è sviluppata fino a diventare uno degli appuntamenti più attesi ed importanti che si organizzano a Sezze, come la Sagra del Carciofo e la Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo>>.  Ad affermarlo è Pietro Mastrantoni, Presidente dell’Associazione Culturale “Noi di Suso”, che, ricordiamo, nel corso dell’anno organizza tutta una serie di eventi altrettanto importanti. Tra questi ricordiamo: la festa de “Il Faone (Il Fuoco) di San Giuseppe”, le Escursioni in Sempreviva, le Borse di Studio concesse agli alunni locali più meritevoli, chiamati a sviluppare diversi temi di natura sociale. Da segnalare, tra le tante attività svolte dall’Associazione “Noi di Suso”, le iniziative benefiche organizzate appositamente per sostenere  famiglie e persone disagiate. Oltretutto, gli stand enogastronomici dell’Associazione setina, sono puntualmente presenti in occasione di altre manifestazioni e sagre locali  come la  Sagra del Carciofo, durante la quale, tra i tanti prodotti tipici della gastronomia locale <<facciamo degustare – come spiega sempre il Presidente Pietro Mastrantoni – l’altro pezzo pregiato dell’Associazione, rappresentato dall’Elisir amaro al carciofo setino>>.  Tutte iniziative, queste,  portate avanti sempre con lo stesso spirito e sempre puntando ad un unico obiettivo, che è poi lo stesso che accomuna da sempre tutti i soci dell’Associazione “Noi di Suso”: <<la riscoperta e la valorizzazione del patrimonio ambientale, culturale, storico e tradizionale della Conca di Suso>>, incantevole e verdeggiante paesaggio naturale incastonato tra la catena dei Lepini e la collina di Sezze.  Seguendo lo stesso filone organizzativo già sperimentato con successo nel corso delle passate edizioni, anche la manifestazione di quest’anno proporrà un tema specifico legato come sempre alla civiltà contadina. Se lo scorso anno, infatti, si era parlato dell’usanza di “rimettersi la spesa”, quast’anno l’attenzione della manifestazione si  concentrerà su “I frutti di una volta”, quindi sulla loro modalità di coltivazione, raccolta e di vendita nei mercati rionali e nelle piazze dei paesi Lepini.  <<Nell’area dei Monti Lepini – spiega Aldo Orsini, curatore dei temi trattati nel corso della Sagra – una piazza delle erbe molto importante era quella di Sezze, dove giungevano venditori provenienti dalla Conca di Suso ma anche dai vicini centri di Bassiano e Roccagorga>>. Tra i frutti di una volta ricordiamo: “le cerasa” - ciliegie di colore rosso-giallastra (Prùnus cérasus L.); “i Viscioli – visciole di colore rosso cupo o quasi nere (Prùnus cérasus L.) spesso raccolte e composte in quella che veniva chiamata “Ottacola” che, come da usanza antica, i giovani realizzavano appositamente per farne dono alle ragazze.       Oltre alla prelibatezza ed alla degustazione dei piatti preparati in loco dalle donne dell’Associazione “Noi di Suso” (non solo Zuppa di Pane, ma anche Fettuccine tartufate, Capra al sugo ecc), il programma della manifestazione propone, come sempre, una serie di interessanti iniziative al suo interno tra cui segnaliamo: la Mostra fotografica, “Nuvole”, realizzata dallo stesso Pietro Mastrantoni, che al ruolo di presidente dell’Associazione “Noi di Suso unisce la sua passione per la fotografia con ottimi ed apprezzati risultati; l’Incontro con i Poeti e la Poesia, previsto per sabato 31 luglio alle ore 18,30, con ricchi premi in denaro ai vincitori delle due categorie: Poesia in italiano e Poesia in dialetto; la gara di Mountain Bike, IV Trofeo Città di Sezze, prevista per domenica 1 agosto, a partire dalle ore 7,30 e che, da quest’anno, sarà intitolata alla memoria di Domenico Pecorilli, socio dell’Associazione “Noi di Suso” scomparso prematuramente  lo scorso mese di gennaio.  Ovviamente, la tre giorni sarà condita da tanta buona musica ballabile, da divertenti giochi popolari e da un’abbondante distribuzione di Zuppa di Pane con Fagioli che, non dimentichiamolo, per degustatori e amanti della cucina tipica italiana rimane la regina assoluta di questa irrinunciabile manifestazione.  

di Redazione | 27/07/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it