We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Corigliano Calabro (Cosenza) - Un testo unico per l’urbanistica regionale. La proposta di Granata all’assessore Rossi


Urbanistica, redigere un testo unico, così come fatto per l’edilizia, per riordinare tutto ciò che riguarda il settore. Ne va dello sviluppo armonico ed economico dell’intera regione al momento imbalsamata dal Pai, dal piano di erosione costiera e dai vari vincoli idraulici, archeologici e forestali.

È, questa, la proposta avanzata dall’assessore Raffaele Granata all’assessore regionale alla pianificazione territoriale Franco Rossi, intervenendo ieri pomeriggio (venerdì 26) in diretta da Corigliano con il Sindaco Giuseppe Geraci, nel corso della trasmissione Pubblica piazza di La C. In studio erano presenti anche l’arch. Ernesto Lupinacci e Sante Foresta dell’Università di Reggio Calabria.

Declassamento delle zone C e D, relative alle lottizzazioni e alle aree artigianali, ad agricole. – Valenza retroattiva della Legge per cui le pratiche presentate tra il 30 novembre ed il 31 dicembre non saranno prese in considerazione. - Consumo zero di suolo; va bene se applicato agli insediamenti per civili abitazioni, meno condivisibile se applicato alle zone D e turistiche perché si blocca lo sviluppo economico di un’intera regione. La legge sancisce che i Piani Spiaggia devono essere conformi e coerenti con il Piano di Erosione Costiera che è stato adottato e che è stato interessato da moltissime osservazioni da parte degli Enti. – Autorità di Bacino, VIA e QTRP, se rimangono questi strumenti si avrà per decenni la paralisi dello sviluppo economico della regione, a vocazione prettamente turistica. Da un lato l’Autorità di Bacino inibisce gli insediamenti balneari; dall’altro il QTRP impone che gli investimenti turistici vengano realizzati a 300 metri dalla linea demaniale, senza così considerare la presenza di ferrovia ed E90, che sposta quindi ad un chilometro i limiti. – Recupero degli immobili nei centri storici. Se si prende ad esempio quello di Corigliano, con un notevole numero di abitazioni abbandonate e fatiscenti e la quasi inesistenza di una viabilità, si capisce bene che la ristrutturazione serve a poco o niente; andrebbero demolite, ma per questi interventi occorrono fondi.  

La nuova Legge Urbanistica regionale (tema che srà affrontato anche dalla Consulta dei Sindaci della Sibaritide, a Terranova da Sibari, il prossimo VENERDÌ 4 MARZO) - ha detto a più riprese l’assessore GRANATA – non risolve in modo esaustivo l’intera problematica dell’uso, assetto e sviluppo economico del territorio. Sembra, più che altro, un sollecito ai comuni interessati, per una pronta adozione e approvazione dei PSA e PSC.

L’assessore comunale all’urbanistica si è detto fiducioso che ROSSI, da persona competente della materia possa mettere mano al riordino del settore che riguarda lo sviluppo territoriale ed economico dell’intera regione.


di Redazione | 27/02/2016

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it