We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crotone (Crotone) - Enel e Confartigianato imprese firmano l'accordo sulla conciliazione


Salvatore Lucà, segretario di Confartigianato Imprese Crotone,  ha annunciato la firma dell'accordo tra Confartigianato e Enel per avviare congiuntamente la procedura di conciliazione paritetica su base volontaria delle controversie con i clienti business dell'elettricità e del gas. L'intesa, d'altra parte auspicata anche dall'Autorità per l'energia elettrica e il gas (AEEG)  la quale  - riferisce testualmente una nota dell’Ufficio stampa di Confartigianato Crotone ha invitato le aziende associate ad adottare procedure volontarie di conciliazione, si articola in un protocollo che fissa le linee guida della procedura e in un regolamento attuativo che disciplina questa prima fase di sperimentazione. Il periodo di sperimentazione durerà almeno sei mesi e, in questa prima fase, interesserà unicamente le imprese clienti di Enel Servizio Elettrico e Enel Energia aderenti alla nostra Confederazione. Alla fine di questo periodo di sperimentazione, i partner verificheranno  sia l'efficacia della procedura, concordando eventuali modifiche, sia la possibilità di estendere l'accordo a tutte le altre società dell'Enel. La procedura di conciliazione è uno strumento di risoluzione stragiudiziale delle controversie, basato sulla libera adesione delle parti che tentano di raggiungere un accordo amichevole. Questa procedura offre alle aziende associate una possibilità concreta  e gratuita di risolvere rapidamente e direttamente le nascenti controversie senza dover ricorrere al giudice ordinario, al quale le parti possono comunque rivolgersi, fintanto che non venga raggiunto un accordo. L'attuale protocollo sperimentale riguarda otto tipi di controversie: 1) gestione della riduzione della potenza o del distacco della fornitura per morosità 2) fatture per importi anomali rispetto agli importi fatturati negli ultimi due anni, 3) ricostruzione dei consumi a seguito del malfunzionamento del contatore 4) consumi presunti in acconto di importo elevato in riferimento alla media precedente 5) gestione del pagamento per bollette particolarmente elevate e di conguaglio 6) rifatturazione 7)  rateizzazione 8) gestione rimborsi. Al fine di preservare il rapporto commerciale tra Enel ed associato e migliorare il servizio, l'avvio della procedura di conciliazione paritetica è subordinato alla necessaria fase di reclamo scritto da parte dell'impresa, nel rispetto delle disposizioni dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas. Lucà, ha inoltre informato la base associativa che nell'ambito del nascente “sportello anticrisi” un professionista verrà formato e terrà i rapporti con i nostri soci per ottimizzare al meglio questo strumento che ha lo scopo di sostenere ed affiancare le nostre imprese  nel difficile e complesso  rapporto con gli operatori del mercato energetico.  

di Redazione | 24/07/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it