We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Riapertura Via Minnicelli, Antoniotti rivendica la paternità dei lavori


La riapertura di Via Minnicelli è una pagina di storia bella per il nostro Centro storico. Che rivendico con orgoglio perché, all’epoca della presa d’atto delle somme urgenze post alluvione, qualcuno ebbe a che ridire sulla necessità impellente di dover intervenire per ripristinare la viabilità su questa strada. I lavori oggi, a poco più di cinque mesi dal nubifragio, sono stati consegnati ed il transito nuovamente normalizzato grazie all’azione coraggiosa della precedente Amministrazione comunale.   È quanto dichiara Giuseppe Antoniotti, sindaco uscente e massimo rappresentante del movimento civico “Rossano Prima di Tutto”, che venerdì 29 gennaio ha partecipato alla cerimonia di riapertura di Via Minnicelli, nel Centro storico. Sono contento, innanzitutto – dichiara Antoniotti –, di aver colto nelle parole e nell’affetto dimostratomi dai cittadini, che hanno assistito alla riapertura della strada, l’apprezzamento verso l’Esecutivo che ho avuto l’onore di presiedere per il lavoro incessante svolto per la concretizzazione di questa opera e più in generale per gli interventi a sostegno del Centro storico. Ma quella di venerdì è solo una pagina, in un capitolo, quello della mobilità, purtroppo buio per la Città alta che sta subendo gli effetti nefasti causati della chiusura della provinciale 188. Buona parte del centro abitato antico e degli uffici pubblici insediati nella zona alta rimangono isolati, nel totale disinteresse della Provincia. Ora abbiamo bisogno di sapere se e quando questa strada, chiusa all’indomani dell’atto di sfiducia che ha interrotto il cammino amministrativo civico, sarà riaperta o se per la viabilità sono state valutate soluzioni alternative. Certo è che se non avremo riscontri immediati – annuncia - siamo pronti a scendere in piazza, insieme ad altri movimenti civici e ai cittadini, per protestare contro un atto figlio dell’apatia degli uffici e dei rappresentanti istituzionali provinciali.     Ma Antoniotti, insieme al movimento civico “Rossano Prima di Tutto”, è reduce anche dalla partecipata convention di presentazione della proposta progettuale “La Fabbrica di Internet” per il riutilizzo del sito della Centrale termoelettrica di Rossano, in fase di dismissione. L’unica, al momento, pervenuta ufficialmente ad Enel, dopo il no unanime alla riconversione a carbone. Oltre duecento persone hanno preso parte all’incontro dibattito tenutosi (giovedì 28) nella sala convegni dell’Hotel San Luca, in contrada Frasso. Al dibattito, aperto dai saluti di Mario Smurra, segretario regionale della Fna, e di Giuseppe Antoniotti, e dalla relazione tecnico-concettuale del giornalista Domenico Campana, redattore dell’idea-progetto, hanno partecipato anche i responsabili regionali dei sindacati confederati di categoria e diverse forze sociali e politiche cittadine. La proposta di riutilizzo della centrale come polo tecnologico per i servizi della banda larga è stata nei giorni scorsi prospettata ad Enel e prossimamente sarà presentata anche alle più importanti società di telecomunicazioni nazionali.   L’idea ha ricevuto i primi ed essenziali feedback positivi. A partire dai segretari di Cgil e Uil, Giuseppe Guido e Gino Campana, che si sono detti disponibili a valutare il progetto e a supportarlo. Massima apertura è stata ribadita anche dal sindaco di Crosia, Antonio Russo, accolto dagli applausi della platea, che ha lodato l’iniziativa promossa dal movimento “Rossano Prima di Tutto” e dal circolo cittadino dell’Udc, aprendo ad una eventuale e futura proposta di fusione ampia - lanciata da Antoniotti nel corso dei saluti iniziali -  con i comuni dell’Area urbana Corigliano-Rossano.    

di Redazione | 01/02/2016

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it