We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Centro storico, il PdL critica le scelte dell’esecutivo comunale


<<Abbandono del centro storico, caos diffuso, disordine generale, programmazione estiva priva di qualità, respiro e coinvolgimento cittadino, disattenzioni di ogni genere rispetto alle attese di cittadini, turisti, imprenditori e commercianti. E poi, errori strategici e di programmazione come la menomazione revisionista dell'originario progetto dell’Anfiteatro “Maria De rosis”, pensato  strategicamente e voluto dal centro destra. Sarà dai danni complessivamente arrecati dalla Giunta comunale in questi anni che occorrerà ripartire per riprendere, al più presto, dal percorso di progresso di questa Città bruscamente interrottosi nel 2006>>.  E' quanto dichiarano- attraverso un’apposita nota stampa - i consiglieri comunali del Pdl esprimendo <<solidarietà e vicinanza a quanti vivono e lavorano nella Città antica, trattati dal 2006 come esiliati in casa, delusi e offesi nelle loro aspettative, da un’Amministrazione dimostratisi incapaci di governare emergenze e opportunità, di Rossano e, in modo particolare, del suo grande, popolato e prestigioso Centro Storico>>. – Nei prossimi giorni Filareto inaugurerà <<l'ennesima opera pubblica a lui del tutto estranea, perché immaginata voluta e progettata dal Centro Destra che ha fatto di Rossano, negli anni, un vero esempio di buon governo in questa regione>>. <<Quel che resta del progetto dell’Anfiteatro, così come immaginato dalla classe dirigente di Centro Destra, è forse l’esempio più eloquente di questo andazzo penoso. Si è passati, come è noto a tutti, dall'originario progetto di un Anfiteatro degno di questo nome, che il Centro Destra voleva intitolare, a ragione, a Maria De Rosis ma soprattutto competitivo in Calabria per posti e logistica, ad un mini-anfiteatro con un mini-campo di calcio, tra l’altro mai omologabile. Un modo di fare che testimonia, senza equivoci, la mentalità “paesanotta” e la totale assenza di visione politica ed amministrativa di chi tutto avrebbe potuto fare tranne che il Sindaco di una Città grande, autorevole e prestigiosa come Rossano. Purtroppo, non sarà semplice rimettere mano alla babele che quattro anni di questo Centro Sinistra si apprestano a lasciare>>. <<Sulla programmazione estiva, ogni presunta replica del Comune si scontra con la storia di questa Città, fatta di proposte estive di successo e di qualità, oltre che di spessore e grande partecipazione popolare. Il malumore oggi diffuso, non soltanto nel Centro Storico, conferma ed anzi aumenta il tenore ed il motivo delle numerose critiche mosse da residenti e commercianti a questo Esecutivo ormai, fortunatamente, a scadenza. E’ vero: il cartellone proposto per Centro Storico, anche quest’anno, si distingue per la non condivisione ed il non coinvolgimento dei residenti, con manifestazioni distanti, avulse dal contesto e confezionate ad uso e consumo dei pochi fortunati fruitori, al chiuso. Ben altra cosa è pensare e fare turismo a 360 gradi, rendendo protagonista di eventi culturali, identitari e di intrattenimento e che facciano realmente vivere il cuore, l’anima e l’economia di uno centri storici più affascinanti del Sud. Altro che riduzione delle tasse! L’unica cosa ridotta ed anzi azzerata, in questi anni, è stata la speranza prima, la pazienza poi>>.

di Redazione | 22/07/2010

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it