We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Catalano: “Vogliamo cambiare e modernizzare questa città?”


<<Si susseguono incontri, riunioni, comizi, proposte di candidature di soggetti apparentemente indipendenti, dietro i quali si celano le solite e vecchie regie. Ognuno la racconta a modo suo anche fingendo che la crisi in cui è sprofondata la nostra città sia di poco conto o che la mancanza di serenità, lavoro e/o prospettive future siano un falso problema. Qualcuno sembra più preoccupato a reclutare candidati più o meno spendibili per comporre una o più liste, o nascondersi dietro alcuni nomi più o meno presentabili, mentre i problemi che ci attanagliando da anni sembrano del tutto accantonati o sono oggetto di sterile propaganda, salvo naturalmente alcune eccezioni. Non mi pare si senta parlare di valide ed innovative proposte per rilanciare l'economia della nostra città (es. turismo agro alimentare e balneare; tutela dei prodotti tipici e delle eccellenze; un piano alberghiero e/o commerciale lungo i 18 km di costa), oppure una seria ed incisiva presa di posizione sulla sorte della centrale Enel o in alternativa un mega progetto ecosostenibile di trasformazione del sito che favorisca l'occupazione. Ancora si sottovaluta l'importanza strategica del progetto di fusione dei due comuni di Corigliano e Rossano. Basta con le solite e ingessate idee economiche. Sono necessarie la valorizzazione dei siti storici, archeologici e naturali, nonché la creazione di attività economiche e commerciali nel centro storico previo il supporto di una incisiva ed innovativa operazione di marketing che possa rilanciare lo stesso come borgo di attrazione turistica per tutto l'anno. In tal modo si favorirebbe un turismo destagionalizzato, con evidenti benefici per l'occupazione soprattutto giovanile. Sono ormai indifferibili interventi di miglioramento e adeguamento delle vie di comunicazione interne, con le contrade e con i paesi limitrofi. Inoltre è più che necessario e vitale promuovere serie e autorevoli iniziative politiche tese a riprendere il dialogo con le istituzioni governative locali, provinciali, regionali e nazionali, con il chiaro obiettivo di rivendicare e far ripristinare i presidi e servizi soppressi o ridimensionati (valido ed efficiente spoke degli ospedali di Rossano e Corigliano, utilizzo alternativo degli ospedali di Cariati e Trebisacce, Inps, Agenzia entrate ecc. Di vitale importanza è il ripristino di moderni treni a lunga percorrenza, nonché l'adeguamento della Ss 106 ecc. Per far ciò sono indispensabili forti iniziative anche giudiziarie nei confronti di chi si è reso responsabile di tali scippi. Queste, e non solo, sono alcune importanti tematiche su cui è necessario in futuro un grande e concreto impegno. È altresì fondamentale che si affronti il problema delle grandi strategie progettuali come la realizzazione di una cittadella degli uffici tra Rossano e Corigliano, in posizione più centrale verso la piana di Sibari, come la tanto agognata realizzazione dell'ospedale unico e di eccellenza, il ripristino del Palazzo di Giustizia e di altri presidi. Non meno strategico per il turismo rossanese è il progetto di un porticciolo turistico ed una reale modernizzazione della città (es. aree pedonalizzate - come in corso Mazzini a Cosenza - piste ciclabili e pedonali intorno alla città, nonché lungo alcuni margini dei torrenti; idonee è più scorrevoli strade di collegamento delle località balneari; il varo del depuratore consortile che risolverebbe il problema fognario soprattutto durante l'estate ecc. ecc.). I cittadini vogliono i soliti personaggi che si sono avvicendati negli ultimi venti anni, ma che in qualche modo hanno assistito inermi o permesso il declino socio economico e rappresentativo di questa città? Allora c'è l'imbarazzo della scelta. Però, se questa è la propensione, finiamola di lamentarci. Diversamente, è necessario che ognuno si assuma la responsabilità nella futura gestione amministrativa di questa comunità. C'è bisogno di forza e coraggio se si vuole costituire un vero gruppo alternativo fatto di persone oneste, competenti e disinteressate, distanti dai soliti personaggi o dalle solite regie e deprecabili giochi di potere e clientelari che tanto male hanno fatto alla nostra città e che hanno seriamente compromesso il futuro e le aspettative dei nostri figli. È per questo che Vi invito pubblicamente a fare finalmente una scelta ed a collaborare per costituire un gruppo trasversale e alternativo con un valido e condiviso candidato a sindaco. Ognuno di noi ci deve mettere la faccia e la propria disponibilità se vogliamo il bene e il benessere della città. Solo con delle liste distinte e distanti dalle correnti di partito e piccoli gruppi di potere potremo ridare speranza a questa città. C'è bisogno di una nuova e più attenta e competente, classe dirigente che consenta di riaffermare, insieme alla vicina Corigliano, quell'importanza e centralità che questa grande area urbana ha sempre avuto nella fascia ionica. È l'ultima opportunità, non sciupiamo questa ulteriore occasione, altrimenti per l’area urbana Corigliano/Rossano nessun futuro mai più ci sarà>>.  Avv. Pasquale Catalano - Movimento politico Auspice - Rinnovamento politico per Rossano

di Redazione | 16/01/2016

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it