We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Longobucco (Cosenza) - Governa il dissesto idrogeologico. Stasi: In questi anni investiti circa 6 milioni


Governo del dissesto idrogeologico, superano i 6 milioni di euro le risorse extra bilancio complessivamente intercettate, investite in questi ultimi anni e richieste anche per il 2016 dall’Esecutivo guidato da Luigi Stasi (foto). La prevenzione del rischio idrogeologico resta una priorità dell’Amministrazione comunale che, a consuntivo del 2015 ed in vista del nuovo anno (nel quale verranno ultimati diversi interventi), può dire di esser riuscita ad intervenire ed a mettere in sicurezza gran parte della mappa delle criticità su tutto l’esteso territorio comunale.   2 milioni di euro di fondi Por, relativi alla programmazione 2007-2013, sono quelli investiti per la messa in sicurezza della parete sovrastante il Liceo scientifico sul torrente Manna (progetto completato) e per recuperare la strada Manco e la via Campagna. È stato realizzato, inoltre, un muro sulla parete sinistra del torrente Macrocioli e nella stessa area sono state abbattute delle case realizzandovi una nuova piazza per il borgo.   Sulla parete sinistra del torrente Macrocioli sono stati investiti altri 1,8 milioni di euro,  fondi del Ministero dell’Ambiente. E nell’ambito di questo progetto è in corso di realizzazione una passeggiata che dà sul torrente.     Ammonta ad ulteriori 2 milioni di euro di fondi Por della passata programmazione comunitaria, la somma complessivamente intercettata dall’Esecutivo ed utilizzata per due interventi, progettati dal Comune ed appaltatati dall’Ufficio del Commissario straordinario delegato per la mitigazione del rischio idrogeologico.   Si tratta di un intervento a difesa del suolo e di recupero dei valloni sovrastanti la Strada Statale 177 in prossimità della frazione DESTRO. E di ulteriori interventi di messa in sicurezza sulla parete sinistra del torrente MACROCIOLI, in particolare nella parte sottostante Piazza Monumento e la Chiesa di Santa Maria Assunta. Questi ultimi interventi saranno ultimati nei primi mesi del 2016.   Ai circa 6 milioni già investiti dovrebbero, infine, aggiungersi altri 600 mila euro richiesti dall’Amministrazione Comunale per un altro progetto già inserito nella nuova programmazione regionale di fondi europei 2014-2020. È prevista la messa in sicurezza del Rione CASTELLO, nella parte alta del borgo, tra le più esposte a frane.

di Redazione | 01/01/2016

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it