We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Pietrapaola (Cosenza) - Baratto amministrativo, il Consiglio comunale approva all’unanimità il regolamento


E’ tornato a riunirsi il Consiglio comunale di Pietrapaola. Sotto la presidenza del sindaco Luciano Pugliese (foto), la pubblica assise ha discusso e approvato all’unanimità tutti i punti previsti all’ordine del giorno. Quattro gli argomenti trattati. Oltre alla consueta approvazione dei verbali della seduta precedente, i consiglieri hanno ratificato una delibera di giunta, relativa alla variazione di bilancio di previsione 2015, inoltre, hanno approvato il regolamento comunale di contabilità.  L’ultimo punto, sicuramente di grande valenza sociale, oltre che politica, è stato il regolamento del “baratto amministrativo”, finalizzato a venire incontro alle fasce deboli della popolazioni, per il pagamento dei tributi comunali. Soddisfatto il Primo cittadino. <<Diamo un segnale forte alla cittadinanza>>, ha commentato subito dopo i lavori consiliari. <<Pietrapaola è uno dei pochi, probabilmente l’unico Comune ad avere approvato il regolamento del Baratto amministrativo in Consiglio comunale, peraltro all’unanimità>>. Lo stesso sindaco, infatti ha apprezzato la scelta della minoranza nel votare favorevolmente l’argomento proposto. Il regolamento approvato consente, in base alla legge n. 164 del 2014 delle misure di agevolazioni della partecipazione delle comunità locali in materia di tutela e valorizzazione del territorio. Ai comuni è consentito deliberare riduzioni o esenzioni di tributi a fronte di interventi per la riqualificazione del territorio, da parte di cittadini singoli o associati. Il regolamento prevede che gli interventi possono riguardare la pulizia, la manutenzione, l’abbellimento di aree verdi, piazze, strade ovvero interventi di decoro urbano, di recupero e riuso, con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzabili, e in genere la valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano o extraurbano. Con il concetto di “baratto amministrativo” si introduce la possibilità di effettuare, in corresponsione del mancato pagamento dei tributi comunali già scaduti, una propria prestazione di pubblica utilità, integrando il servizio già svolto direttamente dai dipendenti e collaboratori comunali. Il “baratto amministrativo” viene applicato, in forma volontaria , ai compaesani che hanno tributi comunali non pagati sino al 31 dicembre dell’anno precedente alla presentazione della domanda, iscritti a ruolo e non ancora regolarizzati o che hanno ottenuto contributi come inquilini morosi non colpevoli negli ultimi tre anni.I destinatari del “baratto amministrativo” non possono occupare, in alcun modo, posti vacanti nella pianta organica del Comune.

di Redazione | 19/12/2015

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it