We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - “Diamoci una mano … conviviando”. Iniziativa dell’Associazione “Ruskia”


 Nei giorni scorsi, presso l’Hotel San Luca si è svolto un evento a sfondo sociale:  “Diamoci una mano … conviviando”. L’idea è stata di Francesca Lupo, vicepresidente dell’Associazione Culturale Ruskia, sentendo <<la necessità>>, afferma la stessa referente del sodalizio, <<di abbattere i soliti pregiudizi che vertono intorno alle varie popolazioni nel mondo. Anche gli Italiani ne soffrono; ma come ciò non vale per noi, di sicuro non varrà neanche per gli altri popoli. Ciò nasce perché si ignora lo stile di vita, la cultura, la storia degli altri popoli. Questo progetto vuole proprio far conoscere a noi italiani rossanesi come sono in realtà i popoli delle comunità straniere che condividono con noi il nostro territorio, far conoscere le loro terre, tradizioni, arti,  culture, cucine, religioni, ecc. per cancellare i soliti pregiudizi che imperterriti continuano a esistere su di tutti>>. La sera del 12 dicembre l’Associazione culturale Ruskia ha iniziato il progetto con il popolo russo grazie alla collaborazione dell’associazione “Italia-Russia, cultura e lingue senza frontiere”. La presidente, Olga Kisseleva, e la direttrice artistica, Maria Viazigina, si sono appassionate all’idea e con entusiasmo si sono gettate nell’impresa di allestire una serata a tema russo, dal cibo alle bevande e all’intrattenimento.  Ciò ci ha permesso di scoprire, in un’unica serata, lo stile di vita, le tradizioni culinarie, la musica, la storia che collega i nostri paesi, l’arte ed altro ancora, in un modo gioioso; com’è, d’altronde, nello stile dell’Associazione Ruskia. Anche la dott.ssa Samantha Tarantino ha subito apprezzato l’idea e ha accettato ben volentieri di presentare e moderare la serata. L’Associazione Culturale Ruskia è  volta alla promozione del territorio sotto ogni punto di vista: ambientale, culturale, storico, artistico, ecc. Principalmente lavora con gli studenti di ogni ordine e grado perché, afferma la presidente Riccarda Stabile <<le menti dei giovani sono come spugne, vogliose di apprendere e, dopo aver vissuto le esperienze che l’associazione organizza per loro, rientrando a casa,rilasciano le nozioni apprese a famiglia ed amici, diffondendo il sapere appena acquisito>>. Perciò, per questo progetto, si sono rivolti agli studenti dell’Istituto Professionale Alberghiero, i quali  hanno cucinato tutti i piatti sotto l’attenta guida del cuoco russo Pavel Dianav e dei vari prof di cucina dell’Istituto stesso. Gli studenti hanno anche servito ai tavoli caricati dall’entusiasmo di far fare bella figura alla scuola e alla sua dirigente, Pina De Martino,  intervenuta anche lei alla cena per stare vicino ai suoi ragazzi, come li chiama lei stessa. A garantire meglio la qualità dei prodotti base necessari alle diverse preparazioni culinarie, l’Associazione ha pensato di coinvolgere gli agricoltori della Coldiretti, rappresentati, quella sera da tutti gli impiegati dell’ufficio di Rossano accompagnati dalle loro famiglie,  in primis il segretario dott. Gino Vulcano. Ma il titolo del progetto è “diamoci una mano … conviviando”. <<Perché? Queste persone che vivono da noi anche da molti anni, ormai fanno parte integrante della nostra comunità condividendo con noi gioie e dolori della nostra terra. Infatti, anche loro hanno sofferto per le ferite subite da essa il 12 agosto scorso. Per cui l’Associazione Ruskia ha pensato di rivolgersi ad Antonio Monaco, presidente deiLions Club “Rossano-Sibarys” per l’anno sociale 2015/16. Tutte le attività di quest’anno sono rivolte allo studio del dissesto idrogeologico della costa, preoccupati dei disastri subiti la scorsa estate. Così, parte del ricavato andrà ai Lions che lo utilizzeranno per studiare e aiutare a mettere apposto quanto distrutto>>. Con tutti questi partner di valore, la serata non poteva che andare bene, infatti è stato un successone: sono piaciuti i piatti e le bevande della tradizione russa, i video sulla meravigliosa terra, la musica dell’arpa magistralmente suonata da Maria Viazigina, la cerimonia del tè a fine cena ed il pane di benvenuto all’inizio della serata. Tutti i convenuti sono rimasti talmente entusiasti da  chiedere il bis. Per cui si sta valutando se organizzare una seconda serata con un'altra comunità presente a Rossano.

di Redazione | 17/12/2015

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it