We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Domani al Teatro Morelli serata di beneficenza per l’Associazione “Ai confini del cielo onlus”


L’ Associazione culturale Alt Art promuove attraverso il linguaggio teatrale un progetto dedicato a sensibilizzare sul concetto della perdita. L’idea progettuale si basa sulla lettura del testo “Ciao Caterina. Lettera sulla soglia” della stessa Tiziana Iaquinta (Armando Editore, 2011 – Pellegrini Editore, 2014) tratto da una storia vera e personale dell’autrice. Il testo, trasposto in opera teatrale dall’attore Marco Paoli, dopo la presentazione della prima a Cosenza è stato portato in scena nei più importanti Teatri calabresi e Italiani, grazie alla collaborazione della Cooperativa sociale La Fabbrica dei Segni (MI) e il Cantiere Teatrale Senza Fissa Dimora (FI). Un evento sconvolgente, improvviso e definitivo stravolge la vita di una famiglia che, al di fuori dai comuni luoghi del quieto procedere, conduceva quella che per loro era la scelta di vita. Una figlia, Caterina come fulcro di una nuova ed entusiasmante felicità. Una donna che aveva “cambiato la sua esistenza” nell’incontro con quello che sarebbe diventato prima il compagno “di una vita” e poi il padre della loro amata figlia. E poi lui, il catalizzatore degli eventi, colui che al di fuori degli schemi aveva imparato ad amare, non senza fatica, ciò che aveva ritenuto da lui distante per molti anni. Una vita vissuta con consapevole e costante libertà. Poi, all’improvviso tutto quello che era stato costruito si rompe, alla vigilia di un giorno di rinascita, l’enorme, instancabile cuore di lui sussulta e tra lo stupore e il dolore di chi lo ama, davvero, si ferma. Da questo tremendo, irreparabile sgarbo, nasce come da un torrente di emozioni che rompono un fragile argine, il testamento filosofico che Giuseppe, per mano di Tiziana, lascia alla figlia C*+-aterina, con la quale il nuovo Giuseppe era “nato e poi cresciuto”. Un libro incredibile, intenso, sconvolgente da cui nasce, non senza consapevoli timori, un monologo che utilizzando il linguaggio teatrale amplifica e fissa in immagini e canzoni le emozioni sgorgate da una penna lucida e poetica. Lo spettacolo unisce il linguaggio del teatro a quello della musica. La scena è scarna, le luci tagliano atmosfere dense. Il cuore prima di cessare il battito ha l’urgenza di comunicare amore. Di lasciare parole ed emozioni che possano bastare per tutta la vita di chi, suo malgrado, resta. Di chi dovrà crescere senza la presenza fisica di colui che con ogni gesto e pensiero nutriva d’amore le ore. Per la messa in scena del 9 dicembre presso il Teatro Morelli, i fondi raccolti dalle libere donazioni saranno devoluti all’Associazione “Ai confini del cielo Onlus” che svolge attività di assistenza sociale e socio-sanitaria in favore della popolazione più povera e/o svantaggiata residente in Bosnia Erzegovina e, in modo particolare, dei bambini ed offre sostegno economico delle Comunità che operano a Medjugorje al fine di realizzare centri sanitari, opere e infrastrutture di rilievo sociale, programmi di intervento e di aiuto umanitario in favore delle fasce più deboli della popolazione. Lo spettacolo è inserito all’interno della programmazione Buone Feste Cosentine del Comune di Cosenza.

di Redazione | 08/12/2015

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 cartolandia nuovo 2015 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it