We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Santo Stefano Di Roglia (Cosenza) - I vincitori del Premio “Di canti e di storie”


Bilancio largamente positivo per la prima edizione del Premio e della rassegna Di canti e di storie che, promossi dal Gal Savuto con la direzione artistica di Squilibri, si ripromettevano di sostenere la ripresa a narrare in musica la realtà attorno a noi, secondo la vocazione più profonda della grande canzone d’autore italiana, seguendo due diverse modalità di azione: portare in scena alcune delle espressioni più rilevanti della canzone italiana, favorendo dialoghi e scambi tra generi e generazioni diverse, e sostenere allo stesso tempo le opere di autori esordienti o cosiddetti emergenti contraddistinte da questa vocazione al racconto. Le attese non sono andate deluse e il pubblico che, numeroso, ha partecipato ai diversi appuntamenti in programma, dalle presentazioni dei libri ai concerti, ha potuto appezzare il lento dipanarsi, ora in voce ora in musica, di un suggestivo e coinvolgente racconto corale sul nostro presente. In particolare, Peppe Voltarelli, i Tetes de bois e Carlo Muratori assieme ai loro ‘ospiti’ Otello Profazio, Dario Brunori, Alessio Lega e Lucilla Galeazzi hanno dato una superba prova delle molteplici espressioni della canzone d’autore italiana, evidenziando anche la disponibilità al dialogo e al confronto tra artisti accomunati da sensibilità e talento. Entusiasmanti in questa direzione i duetti improvvisati, con ironia e sarcasmo, da Voltarelli con Profazio attorno a una Calabria eternamente eguale a se stessa, e di grande intensità il confronto che i due hanno avuto con le scolaresche di Mangone e Rogliano il giorno dopo il concerto. Di raffinita eleganza il concerto dei Tetes de bois che, con una sapiente orchestrazione di suoni e canti, hanno riproposto il loro ultimo omaggio a Leo Ferré, per il quale hanno vinto l’ultima edizione del Premio Tenco.  Nell’ultima giornata della rassegna è stato designato il vincitore del Premio, Giuseppe ‘Spedino’ Moffa, scelto dalla Giuria nella rosa dei finalisti con non pochi “tormenti” trattandosi di opere tutte meritorie. Pur apprezzando molti degli inediti candidati al Premio, la Giuria sezioneha ritenuto invece di non includerne nessuno tra i candidati alla vittoria finale, auspicando che per le prossime edizioni del Premio possa prevedersi un’apposita. A sorpresa, non solo dell’interessato ma degli stessi enti promotori, la Giuria ha deciso, all’unanimità, di assegnare il Premio alla carriera a Carlo Muratori per le sue capacità compositive e interpretative nonché per il suo straordinario talento musicale di cui il cantautore siciliano ha dato una superba riprova nel suo concerto, presentando in anteprima nazionale il suo ultimo lavoro, Sale, in uscita a fine mese. Altrettanto calorosa l’accoglienza del pubblico a Forever Young, l’omaggio in musica a Neil Young, con il quale si era aperta la serata, ad opera di Dario Costa, Massimo Garritano e Gianluca Veltri.  Il degno sigillo all’intera iniziativa è stata l’esaltante esecuzione di Amuriamuriper voce e chitarra di Carlo Muratori al quale si sono presto aggregati Peppe Voltarelli, Lucilla Galeazzi, Andrea Satta dei Tetes de bois, Alessio Lega e, tra la sorpresa generale, anche Lucia Nicoletti, presidente del GAL Savuto, visibilmente soddisfatta degli esiti più che lusinghieri di pubblico e critica della manifestazione. La scommessa sua e di tutta la direzione del GAL può ritenersi vinta: grazie anche alla risonanza avuta sugli organi di informazione nazionali, Di canti e di storie si è rivelato un efficace veicolo di promozione delle bellezze del Savuto. Le motivazioni della Giuria per i due premi: Giuseppe “Spedino” Moffa Premio Di canti e  di storie 2015 Strumentista eccellente (chitarrista, zampognista e fondatore della Zampognorchestra, singolare quartetto di zampogne, capace di riprendere e adattare qualsiasi musica, dai balli locali ai Beatles) è anche un sorprendente autore di canzoni, orientate da una cifra narrativa costantemente irridente, e da una grande attenzione ai “frammenti” emotivi di esperienze periferiche, fin dal suo CD precedente Non investo in beni immobili (2011). Nel CD Terribilmente demodé (2015), che si propone per la partecipazione al concorso, la scrittura della canzone privilegia la narrazione di storie appartenenti a una provincia appartata ma per niente inerte, riconducibile alla poetica ed etica della “paesologia”. L’orchestrazione delle canzoni è realizzata attraverso una originale e attraente combinazione di strumenti tradizionali e materiali di matrice “blues”, “popular” e “world”, con una sapiente conduzione delle parti di chitarra. La versificazione è modellata su un dialetto molto vivace e “aggressivo”. I versi cantati e la veste strumentale delle canzoni riescono a proiettare il “piccolo mondo” del paese e delle relazioni di gruppo in uno scenario assai più ampio e trasversale. Carlo Muratori Premio alla carriera Di canti e di storie 2015 Carlo Muratori ha alle spalle una lunga e multiforme attività di autore di canzoni, cantante, strumentista, compositore, organizzatore culturale e ricercatore. Dalla prima esperienza con il gruppo i Cìlliri e il disco LP Sutta ' velu, nel 1980, fino a Sale, CD/Book che esce proprio in questi giorni, Carlo Muratori ha realizzato 13 album che stanno a testimoniare una lunga e costante produzione discografica.Il suo essere artista, tuttavia, trova l'espressione migliore in palcoscenico, nel contatto diretto, non mediato, con il pubblico degli ascoltatori. Nei suoi versi si combinano efficacemente dialetto siciliano e lingua, una attenzione laica per la densa complessità del mondo contemporaneo, insieme con una acuta sensibilità per le piccole storie locali, tenere esperienze sentimentali, lontane tracce dell'infanzia che si innestano su sapienti tessiture armoniche, intrecciate con il talento straordinario del musicista . Nella scrittura musicale prevalgono una sensuale invenzione melodica e una sapiente orchestrazione, che alimentano l'affettuosa evocazione di antiche memorie etniche.

di Redazione | 18/11/2015

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 cartolandia nuovo 2015 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it