We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Il 20 e 21 luglio nella Città bizantina “LabStra”, workshop organizzato dalla Provincia di Cosenza


Chiuse le iscrizioni nel termine previsto del 13 Luglio , si terrà a Rossano i prossimi 20 e 21 Luglio a Rossano “LabStra”, il  workshop organizzato dalla Provincia di Cosenza e  dedicato agli operatori delle arti visive che trae spunto dalle nuove forme di produzione delle arti visuali, realizzato in collaborazione con il  “Lucania Film Festival” e coordinato da esperti video maker. “LabStra” – riferisce testualmente una nota della Provincia di Cosenza - è un corso in cui insieme alle percezioni sensoriali verranno utilizzati, integrandoli, tutti gli strumenti da cui è possibile creare immagini in movimento: fotografia, video, suono, computer grafica. La traccia del workshop sarà data dal contesto territoriale che identifica non solo lo spazio fisico, ma anche quello socio-culturale, storico ed economico. I lavori realizzati nel workshop saranno proiettati nell’ambito della quarta edizione de “Le strade del paesaggio” che  fra fumetto, musica e video dà appuntamento a Rossano il prossimo il 6 Agosto con una serata dedicata ad Alessandro il Molosso, figura storica che ha segnato l’immaginario collettivo delle genti di Calabria.  Il re dell'Epiro, zio di Alessandro Magno, segue idealmente le tracce di Alarico, il condottiero visigoto autore del celebre Sacco di Roma morto nei pressi di Cosenza, al quale è stata dedicata la passata edizione.     La serata ispirata ad Alessandro il Molosso, nel centro storico di Rossano, prevede una performance di David Vecchiato insieme al gruppo Razzmataz. Fra performance artistica, installazione, concerto e spettacolo, David Vecchiato, con la sua “Molosseide” ripercorre l'ultimo viaggio di Alessandro il Molosso ucciso dai ribelli Bruzi, Sanniti, Iapigi e Lucani che combatteva in difesa di Taranto e delle altre colonie magno-greche in Italia. Con la morte del Molosso (nel 331 a.C. circa) tramontava il suo progetto di uno stato unitario nel Meridione.    "Fu fatto a pezzi l'infame Molosso e ognuno si tenne per ricordo un osso" recita il testo di David Vecchiato: una danza macabra tra musica klezmer e mangiafuoco. Fra le materie prime della sua performance anche la liquirizia, plasmata e modellata. Ci sarà inoltre un incontro con la disegnatrice Marina Comandini. E, per la sezione video, come detto, la proiezione dei lavori conclusivi del workshop LabStra ed una selezione di video dall’archivio del “Lucania Film Festival” e del “Napoli comicon”.   “Le strade del Paesaggio”, all'insegna della partnership pubblico-privato, per questa quarta edizione ha il supporto della celebre Fabbrica di liquirizia Amarelli che proprio a Rossano gestisce il “Museo della liquirizia Giorgio Amarelli”.   “Le strade del paesaggio” è l'espressione del nuovo modo di intendere la cultura della Provincia di Cosenza. Un tessuto connettivo capace di legare sostegno alle produzioni, marketing territoriale, eventi, fruizione consapevole e sviluppo locale. “Le strade del paesaggio” è un'iniziativa co-finanziata dai fondi Fesr-Por 2007/13 per il triennio 2009/20011"   Hanno partecipato alla precedenti edizioni artisti come Tanino Liberatore, Ivo Milazzo, Max Frezzato, Bruno Brindisi, il team dei disegnatori di XL la Repubblica e sono stati partner dell'iniziativa Grifo Edizioni, Circolo degli Artisti, Sergio Bonelli Editore, Centro Fumetto Andrea Pazienza.  La terza edizione ha visto la pubblicazione di volume speciale di Martin Mystère dedicato alla leggenda del Re Visigoto Alarico.

di Redazione | 18/07/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it