We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Il Comune provvede ad abbattere sette alberi che creavano pericolo


 Il Comune di Crosia ha assunto provvedimenti concreti per la risoluzione di un problema che da più tempo affliggeva gli automobilisti e, soprattutto, i ciclisti e motociclisti. Lungo la Strada statale 531, quindi, Viale della Repubblica, Viale Europa Unità (è la strada che da Mirto conduce verso Crosia e verso i paesi interni), le radici dei numerosi pini marini presenti lungo il margine della strada hanno sollevato l’asfalto sul bordo della carreggiata. Difficoltà serie. Le auto sono costrette a effettuare una sorta di gincana per dribblare le radici. I rischi maggiori si presentano durante le ore serali e notturne. Non basta. Alcuni di questi alberi potrebbero anche crollare in occasione di vento forte. Nei giorni scorsi il Comune jonico ha convocato un sopralluogo per verificare lo stato dei luoghi. Sul posto, oltre a un tecnico comunale, sono giunti il vicesindaco, con delega all’Ambiente, Serafino Forciniti, l’assessore ai Lavori pubblici, Saverio Capristo, referenti dell’Anas, del Corpo Forestale dello Stato e della Polizia stradale. Dopo l’incontro si è giunti a una scelta unanime, vale a dire, quella di abbattere le suddette piante, e sostituirle con altre più consone per questi siti. Infatti, sono stati tagliati i primi sette alberi in Viale della Repubblica. Si tratta di quelli che procuravano maggiori difficoltà alla circolazione. L’intervento è avvenuto grazie all’azione di una ditta specializzata, incaricata dall’Ente locale. Dopo il taglio il sito è stato regolarmente ripristinato e ripulito. Ora toccherà, invece, eliminare i piccoli dossi che si erano creati in maniera naturale con le  radici degli alberi abbattuti. Non è dato sapere quante altre piante verranno tagliate. L’intenzione degli amministratori è, comunque, eliminare i rischi e, al contempo, abbellire anche da un punto di vista estetico le varie zone del paese, quindi, anche queste interessate al taglio dei pini marini. Infatti, si sta valutando di piantumare altre tipologie di piante, come il leccio o il tiglio. Sarà necessario, cioè, piantare alberi le cui radici non crescano in superficie in modo da evitare nuovamente un rialzamento dell’asfalto. 

di Redazione | 16/10/2015

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it