We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Bilancio, la consigliere Urso critica fortemente l’Amministrazione comunale


<<Con l’approvazione del Bilancio di previsione 2015, l’Amministrazione Russo ha certificato un percorso amministrativo fallimentare>>. Esordisce in questi termini la consigliere del gruppo “Pd – Costruiamo il futuro”, Caterina Urso (foto). A giudizio della consigliere di minoranza <<i conti non tornano. E i tempi di approvazione men che meno, tant’e’ che  si è determinata una situazione critica che ha messo la comunità crosiota al rischio dello scioglimento del Consiglio comunale ai sensi dell’art.141 comma 2 lettera C  Tuel,  ovvero, il Prefetto ha diffidato il Presidente del Consiglio comunale alla convocazione del Consiglio e di conseguenza tutti i consiglieri all’approvazione del bilancio di previsione>>. Secondo la Urso si tratta di <<un’ ennesima dimostrazione che a questa amministrazione “tutta“ Russo mancano sinergie di successo con l’ente e con le risorse del nostro territorio>>. La stessa consigliere, inoltre, ha evidenziato che l’opposizione ha espresso voto contrario all’approvazione del bilancio poichè, <<come rileva lo stesso revisore dei conti , l’amministrazione non ha dato una corretta attuazione all’art. 195 del Tuel e viene invitata a uniformarsi in merito ,ovvero, spropositatamente le somme destinate alla cassa vincolata(337.781,28) vengono utilizzate per le spese correnti>>. Dunque, a giudizio della conigliere di opposizione <<l’esecutivo si autoreferenzia  proprio mentre dall’esame del bilancio che la stessa si è approvato, emerge una situazione deficitaria  strutturale dell’ente con squilibri di bilancio idonei a provocare il dissesto finanziario e tutto>>, ha commentato la Urso, <<a danno dei cittadini di Crosia ,che devono pagare i tributi con le aliquote altissime e in anticipo>>. La consigliere del raggruppamento di centrosinistra va oltre e sottolinea che <<sono  state disattese le raccomandazioni della Corte dei Conti. Infatti,la giunta continua a ricorrere all’anticipazione di tesoreria, e diverse sono le passività potenziali che addirittura non ci si preoccupa di elencare nella relazione del revisore dei conti (ad esempio al debito verso la cooperativa Città pulita di cui non si fa menzione nel bilancio). L’avvocato Urso ritiene che Crosia <<è minata dalla crisi economica, eppure la giunta municipale nel bilancio di previsione destina scarse risorse per le famiglie meno abbienti>>. E ancora. <<Il nuovo anno scolastico sta per avviarsi eppure l’amministrazione comunale non solo destina pochi fondi all’istruzione ma addirittura onera i cittadini di maggiori  carichi tributari>>. Infine la consigliere Urso mette in risalto che <<una buona amministrazione programma le entrate dell’ente impegnandosi per valorizzare le proprie risorse e trarne profitti insieme ai cittadini. Invece, le idee di Russo ripetono gli errori già evidenziati dalla Corte dei Conti, ovvero, mette  sempre e anticipatamente le mani nelle tasche dei cittadini e comincia a vendere i beni patrimoniali dell'ente.

di Redazione | 08/09/2015

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it