We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Bari (Bari) - Comune, approvata in Giunta la convenzione per 3 nuove case dell’acqua pubblica a Bari


 È stata approvata ieri mattina in giunta la convezione tra il Comune di Bari e l’Acquedotto pugliese per proseguire la collaborazione avviata a settembre del 2014 con il primo progetto sperimentale della Casa dell’Acqua: un erogatore di acqua potabile naturale e gassata che il cittadino preleva direttamente dalla rete pubblica gestita dall’AQP. La prima Casa dell’Acqua in funzione nel territorio comunale è ubicata in via Aquilino n.1-3 a Japigia. Il Comune di Bari  e l’AQP hanno deciso di replicare l’esperienza anche in altri quartieri della città visti i buoni risultati ottenuti in termini erogazione di litri d’acqua, di gradimento del servizio da parte dei cittadini e di riduzione dei consumi di CO2, proseguendo nella politica di sensibilizzazione della cittadinanza sulla qualità dell'acqua pubblica, incentivando il consumo dell’“acqua del rubinetto”. L’atto approvato oggi dispone che, su indicazione del Comune sui siti prescelti per l’installazione delle Case dell’Acqua, l’AQP si impegna ad avviare una gara ad evidenza pubblica finalizzata ad individuare un operatore economico al quale saranno affidati in regime di concessione  l’installazione, la gestione e la manutenzione delle strutture amovibili per l’erogazione, direttamente al consumatore, di acqua potabile naturale e gassata, prelevata dalla rete pubblica, nonché al monitoraggio del servizio reso e della qualità dell’acqua erogata. Sarà possibile prelevare gratuitamente acqua liscia di rete a 1 litro per volta e acqua liscia refrigerata a ½ litro per volta. L’acqua gassata refrigerata avrà invece un costo di 0,5 centesimi al litro. Il Comune di Bari inoltra si impegna a curare direttamente gli allacciamenti alla rete elettrica necessari al funzionamento delle Case dell’Acqua e a farsi carico dei costi relativi alle utenze, al netto di offerte migliorative da parte dell’operatore economico selezionato da AQP. La durata della convenzione è fissata in 4 anni e le Case dell’Acqua dovranno essere ubicate nei siti di seguito indicati: ·         strada Tresca Vecchia – Bari vecchia ·         via Martiri d’Otranto snc, angolo via Don Bosco - Libertà ·         via Ricchioni n.1, presso sede del 3 Municipio ( ex sede 2° Circoscrizione) - San Paolo ·         via Aquilino n.1-3 Japigia (nel caso in cui il soggetto aggiudicatario sia diverso dall’attuale gestore)       “Dopo il periodo di sperimentazione durato circa 10 mesi - dichiara il sindaco Decaro - in cui cittadini hanno dimostrato di apprezzare molto il servizio (sono stati erogati più di 855.000 litri di acqua) stiamo ampliando il progetto con una prima estensione di 3 nuove case dell’acqua. Nei prossimi mesi proseguiremo allargandoci ad altri quartieri.  In questo modo continuiamo a sensibilizzare tutti al rispetto e al valore dell’acqua pubblica, promuovendone un utilizzo consapevole, tenendo d’occhio anche il portafogli e i risparmi possibili per i cittadini e per l’ambiente, visto il risparmio di plastica conseguito. Ci auguriamo che anche per le nuove installazione gli erogatori siano rispettati e tutelati come è accaduto fino ad oggi nel sito di Japigia e che le case dell'acqua possano servire davvero tutti, cittadini e visitatori della nostra città".    “Proseguiamo con piacere la collaborazione con il Comune di Bari – ha dichiarato il Presidente dell’AQP Nicola Costantino -  per la installazione di nuove case dell’acqua nell’abitato. Un servizio che per l’esperienza maturata a Japigia è risultato molto gradito alla cittadinanza”.

di Redazione | 07/07/2015

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 cartolandia nuovo 2015 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it