We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cassano Allo Ionio (Cosenza) - Lettera di ringraziamento del sindaco Gianni Papasso a Papa Francesco, a un anno dalla sua visita pastorale a Cassano


“Caro Papa Francesco, Santissimo Padre”, così recita la missiva del sindaco Gianni Papasso (foto) al Pontefice, interpretando il sentimento di tutta  la Comunità di Cassano All’Ionio, che abbiamo l’onore di guidare, Le scriviamo per dire semplicemente  grazie per il dono che Ella ha voluto concederci un anno fa, il 21 giugno, con la benedizione della Sua venuta nella nostra terra. Negli occhi e nel cuore di tutti noi, ha evidenziato, sono ancora vive le immagini e le emozioni di quella giornata particolare ed irripetibile,  che resterà incisa nella storia delle popolazioni cassanesi e calabresi. Il Suo sorriso benevole e le Sue parole hanno avuto una grande incidenza sulle nostre vite e sul nostro vivere comunitario e continueranno ad illuminare il nostro cammino per gli anni a venire. Il 21 giugno 2014, ha ricordato il sindaco Papasso, segna la data di inizio di un cambiamento di cui questa terra aveva estremo ed urgente bisogno. Le Sue parole  di condanna alla Mafia ed alla Criminalità organizzata sono riuscite a scuotere le coscienze dei calabresi e del mondo intero ed hanno lasciato una traccia indelebile nell’animo, soprattutto, di coloro che quotidianamente si spendono nella ricerca del bene comune, che si sentono più forti e più motivati a lavorare per costruire una società migliore, più giusta, eguale, solidale e, principalmente, libera dalla violenza, dalla prevaricazione e dalla prepotenza di coloro che condizionano la vita degli onesti ed il futuro di una terra bella, che non vuole più essere “amara”, ma progredire e crescere nella concordia e nella tranquillità dell’ordine sociale, in ogni sua forma di espressione. Dopo quella giornata, ha, inoltre, aggiuto, ci sentiamo più predisposti  a “proteggere la casa comune”,  custodendo  il bellissimo paesaggio naturale, che il Creatore ha voluto disegnare in questo lembo di terra di Calabria e a  lavorare per  lo “sviluppo sostenibile ed integrale”, guardando con occhio particolare ai poveri ed agli ultimi. Santo Padre, in quel memorabile 21 giugno di un anno fa,  le   popolazioni della Sibaritide e della Calabria hanno potuto  percepire il Suo immenso amore per la  gente e nel loro animo si è accesa una luce di nuova speranza. Nel cuore dei nostri giovani, specialmente, è rimasta scolpita in maniera indelebile  la Sua esortazione a “non lasciarsi rubare la speranza”: per questo si sentono meno soli, più forti e pronti a “pensare alla grande”. I nostri giovani, ha argomentato il primo cittadino di Cassano, avranno il coraggio di “fare rumore” e di andare “controcorrente” e cambieranno il destino di questa nostra terra,  che per le sue  potenzialità e le sue ricchezze naturali e culturali e per la gente onesta, laboriosa, accogliente ed ospitale che la abita, merita certamente un futuro diverso e migliore. E’ la nostra grande speranza, Santità! Santo Padre, per custodire e tramandare la memoria,   abbiamo  raccolto tutte le immagini e le emozioni  della giornata del 21 giugno 2014 in un volume che abbiamo donato a tutte le famiglie di Cassano. Umilmente, ha concluso, Le chiediamo di concederci la gioia di poter offrire alle Sue mani  un’opera per noi tanto speciale. Con semplicità,  affetto filiale e deferenza sincera,ancora Grazie Papa Francesco!

di Redazione | 21/06/2015

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it