We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Tenuto il Consiglio camerale sul riordino territoriale delle Camere di commercio calabresi


Si è tenuto, presso la Camera di Commercio di Cosenza, il Consiglio Camerale dedicato esclusivamente all’approvazione di un ordine del giorno con al centro il “Riordino territoriale delle Camere di Commercio calabresi: posizionamento della Camera di Commercio di Cosenza”. La riunione con tutti i Consiglieri camerali ha visto l’approvazione del documento illustrato dal presidente Klaus Algieri, con la sola esclusione di Confartigianato Cosenza. Questa associazione non solo non si è espressa all’incontro di Giunta tenutosi qualche giorno fa, ma ha addirittura fatto registrare la propria assenza nell’odierno Consiglio, senza peraltro inviare alcuna comunicazione con indirizzo di voto. Segno tangibile e trasparente fatto giungere, invece, da Confagricoltura Cosenza, che ha dato ampia disponibilità sulla questione in oggetto. Gesto molto apprezzato dal presidente Algieri e dalla maggioranza di tutti gli altri componenti il Consiglio camerale. Così come è stato accolto favorevolmente il cambio di rotta di Confindustria Cosenza, che oggi ha votato a favore il documento posto all’ordine del giorno. Adesso, dopo il primo passaggio già registrato in Senato, non resta che attendere l’epilogo del passaggio alla Camera, dove si apporteranno gli ultimi ritocchi al disegno di legge di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche, che contiene l’articolo di riforma delle Camere di Commercio. In questa occasione, per difendere e favorire quanto proposto dall’Ente camerale bruzio, lunedì mattina il presidente Algieri sarà presente di fronte la sede del Parlamento per chiedere fortemente ai deputati che parteciperanno alla seduta di sostenere quanto già ampiamente approvato dai loro colleghi calabresi, dal Consiglio Regionale della Calabria, dalla Provincia di Cosenza, dalla maggior parte dei Comuni cosentini, da associazioni di categoria, sindacati e vari altri organismi associativi. Questo percorso di cambiamento e razionalizzazione serve a far riconoscere il valore sin qui svolto dall’azione camerale di Cosenza, per essere finalizzato a porre nuove basi di rilancio e rafforzamento dell’Ente, a partire da una modernizzazione della mission con l’attribuzione di funzioni nuove di grande importanza per le imprese. “Con questa governance, la Camera di Cosenza – ha dichiarato il presidente Algieri – si sta impegnando a creare un nuovo raccordo tra il mondo del lavoro e il tessuto imprenditoriale e la digitalizzazione degli adempimenti amministrativi. Se la riforma vuole costituire un’opportunità reale per le nostre imprese è necessario che nel disegno di legge vengano apportati dei miglioramenti soprattutto verso il sistema di finanziamento del sistema, per giungere alla sostenibilità di tutte le competenze camerali, all’organizzazione territoriale e alla previsione di forme di tutela per il personale che vi lavora”. A tal proposito, si ricorda come i numeri diano ragione alla Camera di Commercio di Cosenza, da cui è partita la mozione di rivisitazione a livello nazionale dello schema proposto dal Governo per riformare il sistema camerale italiano. È importante, perciò, ricordare che la Camera di Commercio di Cosenza è un Ente che con le sue quasi 77.000 localizzazioni imprenditoriali risulta essere la 28a Camera d’Italia per aziende iscritte, mentre con la sua capacità programmatica e operativa risulta la 32a tra le prime 47 Camere d’Italia per migliore capacità performativa.

di Redazione | 21/06/2015

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 cartolandia nuovo 2015 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it