We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - Una piazza da dedicare ai lavoratori delle pipe


Riqualificazione urbana, una piazza da dedicare ai lavoratori delle pipe. Sorgerà al posto della vecchia segheria Carlino, stabilimento dove negli Anni ’60 si realizzavano i rinomati abbozzi Made Italy conosciuti ovunque nel mondo. Da tempo chiuso, nei giorni scorsi il fabbricato, all’ingresso del centro storico, è stato interessato dai lavori di rimozione delle lastre di eternit da parte di una ditta specializzata. Di proprietà del commendatore Vito Carlino il sito è stato donato al Comune dagli eredi. Si tratta di una fabbrica che ha segnato la storia di Mandatoriccio fino agli Anni '60, perché qui, lavoravano numerosi dipendenti. Un marchio che ha una tradizione di ben tre generazioni. Nasce e si compone soprattutto di esperti e specialisti abbozzatori di radica, maestri del taglio: i cosiddetti segantini. L’azienda fu costituita nel 1931 dai fratelli Luigi e Arturo Carlino. Per diverso tempo sono stati i maggiori produttori di abbozzi nel mondo, veri e propri leader del settore. Nel 1964 la gestione dell’azienda passa a Vito Carlino, figlio di Arturo, che rinnova e continua la tradizione fondando il marchio Calabria Pipe di Vito Carlino, ad oggi considerato uno dei migliori professionisti nel settore.  Successivamente entra nell’azienda Carlo Carlino, figlio di Vito, ad oggi titolare dell'azienda Calabria Pipe. 

di Redazione | 09/05/2015

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 cartolandia nuovo 2015 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it