We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crotone (Crotone) - Il Castello Fortezza Carlo V, il Lazzaretto e il “Museo del Mare e della Terra” elevati al rango di casa comunale per la celebrazione dei matrimoni civili


  “Un matrimonio fuori dal…comune”.  E’ quanto si augurano tutte le coppie che si apprestano al passo più importante della loro vita. Ed il Comune di Crotone ha inteso dare loro una mano per coronare il proprio sogno. E’ stato approvato, con delibera di giunta, il nuovo disciplinare per la celebrazione dei matrimoni civili che prevede l’istituzione di nuovi luoghi, oltre la tradizionale sala consiliare, per la celebrazione del giorno più importante della propria vita. Il Castello Fortezza Carlo V, il Lazzaretto e il “Museo del Mare e della Terra” – riferisce testualmente una nota dell’ufficio comunicazione del Comune di Crotone - diventano casa comunale pronti ad accogliere le coppie che faranno richiesta di celebrare in quei luoghi il proprio matrimonio. “Da più tempo” dichiara l’assessore alla cultura Silvano Cavarretta “pervenivano numerose richieste, da parte di nubendi, per l’utilizzo di luoghi particolarmente suggestivi per la celebrazione di matrimoni”. La Giunta Vallone ha deciso di accontentare le richieste, che provengono soprattutto dalle giovani coppie, ed ha adottato l’apposito provvedimento ai sensi di quanto previsto dal codice civile. L’art. 106 del Codice Civile sancisce che il matrimonio debba essere celebrato pubblicamente nella casa comunale davanti all’ufficiale di stato civile al quale è fatta la richiesta di pubblicazione o eventualmente in una sede esterna elevata al rango di casa comunale con apposito provvedimento di giunta. La circolare ministeriale n. 29/2007 precisa che per l’istituzione di una sede esterna alla casa comunale è necessario che l’edificio o la struttura individuata debba essere nella disponibilità del Comune ed avere un carattere di ragionevole continuità temporale. A seguito di interventi manutentivi su immobili di proprietà o nella disponibilità del Comune sono stati individuati altri luoghi che si prestano, per la loro caratteristica e suggestività, ad essere utilizzati per la celebrazione di matrimoni civili. Le coppie potranno dunque richiedere di celebrare il proprio matrimonio oltre che nella sala consiliare, nella sala giunta e presso l’ufficio di stato civile anche presso la Sala Margherita, il Castello Fortezza Carlo V, il Lazzaretto e il “Museo del Mare e della Terra” in località Casarossa “Sedi individuate tra i luoghi più affascinanti della città di Crotone per regalare una cornice da sogno per il giorno più bello della vita” aggiunge Cavarretta Il regolamento adottato prevede, inoltre, che i matrimoni civili siano celebrati, in via ordinaria, all’interno dell’orario di servizi dell’Ufficio di Stato civile. La celebrazione effettuata nella Sala Giunta, nella sala del Consiglio Comunale, nell’Ufficio di Stato Civile all’interno dell’orario di servizio è esente da tariffa. Le celebrazioni effettuate nella Sala Margherita, Castello Fortezza Carlo V, Museo del Mare e della Terra, Lazzaretto, sono subordinate al versamento dell’apposita tariffa (150 €) che prevede, a titolo di rimborso, il costo del personale necessario per l’espletamento del servizio ed il costo di gestione della sala (pulizia, luce). Il provvedimento di giunta è stato inviato, come previsto dalla normativa, alla Prefettura.  

di Redazione | 09/07/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it