We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Precarietà situazione sanitaria, la consigliere Caterina Urso sollecita i rappresentanti regionali


Dura presa di posizione della consigliere comunale di minoranza di Crosia, Gruppo “Pd – Costruiamo il futuro”, Caterina Urso (foto), sulla precaria situazione sanitaria territoriale. <<E’ una vergogna che a quattro mesi dall’insediamento del Consiglio regionale>>, ha esordito, <<ancora ad oggi non si sia fatto fronte alle gravi emergenze che riguardano il nostro territorio e particolarmente>>, ha aggiunto, <<all’emergenza dell’ospedale Giannettasio di Rossano, rappresentata dal pronto soccorso e dalla carenza dei posti letto>>. L’avvocato Urso è andata oltre. Ha messo in risalto che tutti i candidati <<e specialmente gli eletti  che hanno  preso i voti nel nostro territorio alle scorse regionali, con la promessa di rappresentarlo, è ora che spingano e si facciano parte attiva>>. L’amministratrice locale, inoltre, ha sottolineato che <<tutti i giorni i cittadini che vivono lo stato di prima emergenza, così come risulta ormai dalle migliaia di segnalazioni, e dalle centinaia di denunce, versano in stato di totale precarietà>>. La Urso, quindi, ha evidenziato che spesso <<cardiopatici e pazienti con ictus sono costretti a stare a lungo su una sedia nel pronto soccorso per poter avere l’opportunità di un ricovero>>. Nonostante l’impegno costante dei medici e di tutti gli operatori sanitari, la situazione è critica. Lo spirito di abnegazione da parte degli addetti ai lavori è encomiabile, ma la mole di lavoro è enorme. Da qui l’appello della consigliere Caterina Urso rivolto anche ai sindaci del territorio e agli amministratori locali. Infatti, invita loro a <<organizzare manifestazioni concrete affinché>>, ha affermato, <<il nostro lamento  giunga con insistenza agli organi regionali e di governo>>. E ancora. <<Dobbiamo gridare insieme: basta a tira e molla dopo mesi di insediamento del Consiglio regionale. A noi cittadini non ci interessano le salite e discese da Roma perché ne porta il conto la nostra salute. Recuperiamo il nostro grave ritardo e organizziamo un tavolo di proposta per coinvolgere i nostri deputati a fare un’interrogazione parlamentare sul punto della nostra grave emergenza sanitaria  nel territorio rossanese al Ministro Beatrice Lorenzin>>. La Urso, poi, ha spiegato che <<i posti letto garantiti dall’ospedale civile di Rossano sono lontani dagli standard richiesti dal DPGR 104/2012, ovvero, vi sono soltanto>>, ha dichiarato, <<211 posti letto a fronte del triplo necessario, atteso che l’emergenza non riguarda solo la popolazione che risulta residente ma anche la massa umana di stranieri che proviene da paesi disagiati>>. Infine, l’avvocato Urso ha fatto notare che il regolamento approvato su proposta del Ministro Lorenzin, prevede che <<le regioni entro il mese di dicembre 2014 dovevano adottare un provvedimento generale di programmazione per formare le proprie dotazioni di posto letto ospedalieri accreditati ed effettivamente a carico del Servizio sanitario nazionale a un livello non superiore al parametro nazionale di 3,7 posti letto per mille abitanti, comprensivi di 0,7 posti letto per mille abitanti per la riabilitazione e la lungodegenza post-acuzie, e i relativi provvedimenti attuativi garantendo il progressivo aumento degli standard qualitativi, strutturali e tecnologici>>. Caterina Urso chiede: <<E’ stato fatto tutto questo?>>.

di Redazione | 06/03/2015

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it