We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Iaquinta replica al movimento Evoluzione: “Russo è in…voluzione”


Sempre più acceso il dibattito politico locale. Sono diverse le tematiche al centro della discussione. In questo periodo due i punti focali: l’indennità ai dirigenti comunali e il contratto con un’agenzia di comunicazione. A intervenire sulla vicenda è l’ex assessore Iaquinta (foto) che replica a “Evoluzione”, il movimento che sostiene la maggioranza consiliare. <<Nessuna presa di posizione dell’opposizione>>, afferma, <<può essere considerata inutile e priva di contenuti se è fatta secondo coscienza e nell’interesse esclusivo dei cittadini>>. A giudizio dell’ingegnere Iaquinta il Sindaco Russo, <<in evidente difficoltà, chiuso in difesa, non solo non ha risposto ai quesiti posti precedentemente ma addirittura si trincera dietro un inutile quanto dannoso torcicollismo a cui, sinceramente, i cittadini non credono più, anche perché essi hanno votato fiduciosi lui per bocciare il suo predecessore>>. E aggiunge: <<Non necessariamente bisogna rivestire un ruolo o occupare una poltrona per svolgere la propria attività politica sempre attenta, puntuale e coerente. Non più di una settimana fa suggerivo al Sindaco una lotta all’evasione, perché non fossero solo gli onesti a dover pagare, e ne spiegavo il modo semplice su come procedere, e nel contempo chiedevo che si mettesse mano agli sprechi della macchina comunale>>. Biagio Iaquinta prosegue commentando: <<La risposta che hanno ottenuto i cittadini è stata di questi giorni in cui il sindaco, con decreto n° 24 del 10 febbraio 2015 ha inteso gratificare ulteriormente con una indennità di posizione i dirigenti di questo Comune (alcuni percepiranno fino a 12000 euro in più all’anno), già lautamente retribuiti, che, sicuramente meriterebbero, ma non in questo momento di difficoltà per il paese>>.  E ancora: <<Alla faccia di cittadini e commercianti a cui hanno presentato un conto salatissimo per la Tari 2015? Era un atto dovuto o si poteva evitare di mortificare ancora i cittadini onesti?”>>. Prosegue il commento dell’ex assessore: <<Non contenti si sono permessi di stipulare un contratto con un’agenzia di comunicazione per 7200 euro all’anno (era necessario anche se previsto dalla Legge 150/2000? “>>. Per Iaquinta <<è deprimente che in pochi mesi i cittadini abbiano assistito a una evoluzione annunciata per ritrovarsi, poi, in involuzione prevedibile>>.” Dopo di che l’ex amministratore si chiede: <<Veramente il sindaco Russo pensa che i miei tre anni di opposizione al suo predecessore, di cui ne ha preso le sembianze anch’esso, fossero una questione personale e non, come è nel mio stile, una questione puramente politica e di indirizzo?>>. E poi: <<Veramente credeva che potessi fare sconti a chi ha condiviso pedissequamente le stesse scelte fallimentari e che oggi pagano i cittadini (tutor, Piano di riequilibrio, tasse al massimo consentito)?>>  E conclude affermando che intanto si attendono <<le determinazioni della Corte dei Conti>>.

di Redazione | 27/02/2015

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia IonioNotizie per la tua pubblicità bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it