We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Riunito il Consiglio comunale: dibattito acceso sui tributi


 Si è riunito il Consiglio comunale di Crosia. Si è trattato di una seduta straordinaria aperta. L’opportunità di intervento, quindi, anche da parte dei cittadini. Due i punti all’ordine del giorno. Il primo, l’incontro con il Presidente, Klaus Algieri e la Giunta della Camera di Commercio di Cosenza. Un momento di interazione e confronto sulla possibilità di una reale collaborazione fra le due istituzioni, con l’opportunità di aprire anche a Crosia una sede decentrata dello sportello di Conciliazione. Si sono susseguiti vari interventi, fra cui quello del sindaco, dello stesso presidente Algieri, di Francesco Russo (capogruppo di maggioranza) e Santo Seminario (Pd - Costruiamo il futuro, nonché consigliere della Camera di Commercio, in rappresentanza del settore Cooperazione). Il secondo argomento programmato ha riguardato l’Imu sui terreni agricoli e i tributi comunali. Dalla maggioranza è stato precisato che Crosia non essendo un comune montano né pre - montano, non ha diritto all’esenzione dell’Imu per quanto attiene i terreni agricoli. Al centro della discussione, poi, la Tari. Il Primo cittadino ha riferito che numerosi cittadini hanno lamentato difformità fra le bollette ricevute rispetto a quanto avrebbero dovuto pagare. Il sindaco ha informato il Consiglio di aver contattato la Società che si occupa della riscossione dei tributi comunale. Un incontro per sottolineare il bisogno oggettivo di maggiore precisione nell’invio delle cartelle ai contribuenti e poi, la necessità di evitare un accavallarsi di bollette, considerata la già critica situazione economica dei cittadini. L’assessore Guido (Bilancio) ha fatto un excursus sulla Tari e le altre imposte comunali. Per quanto attiene questa nuova tassa sui rifiuti ha fatto un raffronto fra il Comune di Crosia e quelli di Rossano, Corigliano e Cariati, evidenziando che nella cittadina che ella amministra, rispetto agli altri comuni, le aliquote sono più basse, man mano che aumenta il numero dei componenti della famiglia. Tavernise (Cinque Stelle) ha sottolineato che sarebbe stato opportuno far partecipare al Consiglio, anche, i rappresentati della Soget. Inoltre, ha sottolineato che l’Amministrazione, a parte suggerire ai cittadini di recarsi presso la Soget per correggere eventuali errori, non ha fatto sapere che atteggiamento assumere nei confronti delle cartelle. Seminario (Pd – Costruiamo il futuro) ha messo in evidenza che è il Comune a decidere le aliquote da applicare, non la società di riscossione, quindi, non si possono scaricare le colpe sugli altri. Urso (Pd – Costruiamo il futuro) ha suggerito di sospendere, in auto-tutela, i ruoli emessi dalla Soget per permettere all’Amministrazione comunale di meglio pronunciarsi, evitando onerosi giudizi. (nella foto: un momento del Consiglio comunale

di Redazione | 11/02/2015

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it