We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Piano di riequilibrio, le critiche del Movimento 5 stelle all’esecutivo Russo


<<Operazione “Fiato sul collo. Dissesto comunale: siamo stati buoni profeti>>. E’ questo il titolo di un documento diffuso fra la popolazione dal Movimento Cinque stelle di Mirto Crosia. Una sorta di missiva aperta indirizzata ai cittadini. <<Nei   giorni   addietro>>, scrivono i referenti locali del movimento, <<abbiamo   assistito,   a   uno   strenuo   tentativo   di   difesa   preventiva dell’Amministrazione Russo,  per giustificarsi dall’aumento sconsiderato delle aliquote sui tributi comunali>>. E spiegano che <<la giunta Aiello ha si, partecipato attivamente con la proposta di riequilibrio di bilancio, (bocciata dalla Corte dei Conti), che ha determinato la richiesta di due prestiti, come anticipo di liquidità straordinaria. Tuttavia, la giunta Russo, non aveva alcun vincolo di mandato, dalla gestione precedente, nel riproporre il Piano di riequilibrio finanziario pluriennale rimodulato (30 anni)>>. I Cinque stelle evidenziano che contestarono tale scelta, infatti, espressero voto contrario in Consiglio comunale. A loro giudizio sarebbe stata <<più logica, e meno dolorosa la dichiarazione di dissesto finanziario, data la situazione irreversibile delle casse comunali e senza prospettive di miglioramento, con 11 milioni e 69 mila euro di debiti accertati  e  un’evasione tributaria pari al 40 percento>>.  E ancora,  <<il sindaco Russo, manifestava, da forza di minoranza, nella delibera del giugno 2013, la sua contrarietà alla proposta di riequilibrio presentata dall’allora sindaco Aiello: “Il piano proposto, denota una situazione debitoria gravosa, che sembra fatta apposta per mettere in difficoltà le nuove generazioni e gli amministratori che verranno dopo”. Parole decisamente profetiche anche le sue. Visto che la dichiarazione dissesto finanziario è inevitabilmente alle porte. Ma allora signor Sindaco, le (ri)chiediamo: Perché, dato il pessimo esito del riequilibrio finanziario dell’amministrazione precedente,  vi  siete  intestarditi  nel  ripresentarlo?  Come  mai  questa  paura  del dissesto visto che la situazione attuale, da voi diretta,  ci ha portato comunque le tasse al massimo ?>>. E spiegano: <<Vero è, che con la procedura del dissesto finanziario, l’ente risponde del pagamento di tutti gli oneri, compresa la Commissione Straordinaria, ma avremmo al contempo ottenuto un risanamento dei conti  (in  5  anni)  e  un’indagine  su  tutti  i  debiti  pregressi,  con  il  contestuale  accertamento  delle responsabilità individuali degli autori e l’immediata incandidabilità a prescindere>>. Per i Cinque stelle <<è giusto che chi ha procurato questi debiti ne debba rispondere di fronte ai cittadini. Non è giusto che persone oneste paghino per politici che hanno amministrato con leggerezza e negligenza>>. Con il <<”Riequilibrio del riequilibrio di Bilancio”  accedendo a due ulteriori prestiti e dando il colpo di grazia ai cittadini. Per essere più chiari abbiamo in   totale  quattro   prestiti   tra l’amministrazione Aiello e quella Russo, per un totale di 6.234.869,66 euro, con un ammontare di interessi, in 30 anni, pari a 2.612.199,34 euro, con obbligo di applicare sui tributi le tariffe massime consentite per legge.(Nella foto il consigliere comunale M5S, Davide Tavernise)

di Redazione | 09/02/2015

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it