We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Civita (Cosenza) - Gli arbereshe incontrano New York. Integrazione sociale davanti ai fornelli


Un pugno di farina, acqua calda, un fuoco scoppiettante ed una pignatta. Basta poco per superare le diffidenze e coinvolgersi nella cucina del borgo di Civita. Nonostante le lingue diverse e le storie di vita quasi agli opposti alle donne del borgo arbereshe, anziane detentrici di un sapere tutto identitario, bastano pochi gesti per integrare e catturare il fascino ed il cuore dei turisti americani in visita da diverso tempo tra le case di Civita sapientemente trasformate in accoglienti b&b che aderiscono al Consorzio Turistico “Borghi del Pollino”. Davanti ai fornelli le anziane del posto (Anita, Dilluzza, Zia Rina, Dina e Rina) aprono le loro case alle donne newyorkesi in visita in questi giorni tra le meraviglie del borgo arbereshe nella formula dell’ospitalità diffusa pensata dal consorzio di imprese (sono quasi una ventina) presieduto da Gianluca Colaci, per regalare il gusto di una accoglienza sempre calorosa, per far gustare le ricette della tradizione albanese, per proporre quel turismo esperienziale che tanto sta facendo ben parlare di sé. Nel camino scoppiettante trova posto la pignatta con i fagioli serviti caldi insieme al Pane di Cerchiara, prodotto da forno identitario del Pollino. Nel tegame con l’olio bollente le donne americane imparano ad immergere le pittule fatte con acqua e farina, mentre insieme le anziane del posto e le ospiti straniere tagliano e mettono a friggere patate e peperoni nella più antica tradizione contadina. Il salame fatto in casa si prende in cantina, dal mobile di legno si recupera la forma di formaggio dei casari degli altipiani del Pollino, il vino della casa e le mele coltivate dal giovane Salvatore Carlomagno accompagnano un momento conviviale che è una cena saluto che parla di “Arrivederci” mai di addio. Una formula di accoglienza che in questi mesi – da settembre ad oggi – ha visto continui feedback positivi da parte della “Overseas Adventure Travel” (Oat Travel) che con i suoi trip leaders ogni settimana visita – accompagnando decine di turisti americani - il borgo di Civita alla scoperta delle meraviglie del territorio, ospiti del Consorzio Turistico “Borghi del Pollino” in piena sinergia con la comunità e gli amministratori che la guidano. Un turismo destagionalizzato che vive di gesti semplici ma significativi, di momenti esperienziali che regalano al visitatore il contatto diretto con la comunità ed i suoi abitanti, accompagnati dalla musica popolare del gruppo folk “La Zampogna nel cuore”.

di Redazione | 22/11/2014

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it