We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Udine (Udine) - Invecchiamento in salute, il sindaco Honsell sulle politiche del Comune


“L’invecchiamento della popolazione è un fenomeno storico ormai consolidato con numeri abbastanza stabili negli ultimi 15 anni. Non a caso la nostra amministrazione, attraverso l’ufficio “Città Sane”, ha investito e lavorato molto in questa direzione avviando tante attività e iniziative finalizzate all’invecchiamento in salute, un settore in cui Udine è oggi all’avanguardia a livello italiano ed europeo”. Questo il punto di vista del sindaco di Udine, Furio Honsell (foto), rispetto al tema dell’evoluzione demografica in corso negli ultimi anni in città e non solo. “Se prendiamo le serie storiche degli ultimi 15 anni – spiega il primo cittadino – vediamo che l’indice di vecchiaia, che misura il numero di ultrasessantacinquenni presenti in una popolazione ogni 100 giovani con meno di 15 anni, è rimasto sempre abbastanza costante. Gli over 65 rappresentano ormai stabilmente più di un quarto della popolazione, un dato che da solo richiama l’attenzione sulla necessità di prevedere servizi e politiche in favore degli anziani”. Ecco perché negli ultimi anni l’amministrazione comunale ha proposto con successo numerose attività per promuovere sia la salute fisica degli anziani, come la ginnastica dolce, i gruppi di cammino, la ginnastica a domicilio e al parco, il pedibus, sia il mantenimento delle funzioni cognitive, come il progetto “CamminaMenti…le menti in cammino” o la festa del “Pi greco”. Non sono mancate poi le iniziative di prevenzione e di sostegno sociale quali “Misura il tuo respiro” e i servizi di prossimità di “No alla Solit’Udine”. Progetti innovativi che hanno fatto di Udine una città modello nel panorama europeo e internazionale per le politiche e i servizi dedicati all’invecchiamento in salute e alla solidarietà intergenerazionale. Proprio lo scorso febbraio i rappresentanti delle altre città europee che partecipano al progetto europeo URBACT – Edimburgo (UK), Brighton & Hove (UK), Klaipeda (Lituania) e Grand Poitiers (Francia) –, di cui Udine è capofila, hanno visitato il capoluogo friulano per studiarne i servizi e le attività dedicate all’invecchiamento in salute. “Il progressivo allungamento della vita – osserva il primo cittadino – ci pone di fronte alla necessità di adottare stili di vita che permettano un invecchiamento in salute. L’adozione di corretti stili di vita costituisce da questo punto di vista un’ottima prevenzione. Mettere in gioco le funzioni motorie e soprattutto quelle cognitive è un obiettivo importante da perseguire, sia per gli effetti positivi che il loro mantenimento comporta, sia come risposta ai timori di decadimento che preoccupano gli anziani. Basti ricordare che in città – prosegue – una persona su quattro è sopra i 65 anni, una su otto supera i 75 e una su sedici è over 85. Tutto questo dimostra l’importanza di politiche che aiutino a invecchiare in modo sano”.

di Redazione | 21/08/2014

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno IonioNotizie per la tua pubblicità Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2020 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it