We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Le “Colline del jazz” rendono omaggio al grande Petrucciani. Stasera Egidio Ventura e il suo trio


Messo in archivio, con soddisfazione, il primo concerto della quarta rassegna, molto gradito dal pubblico per raffinatezza ed eleganza dei musicisti, e per l’atmosfera soft  della Masseria Mazzei, il calendario de “Le colline del jazz”  invita al secondo giovedì, per la serata musicale dedicata al grande jazzista Petrucciani. In questo progetto realizzato da Lametia Jazz, partner della rassegna, il Pianista Egidio Ventura, infatti, accompagnato da Silvio Ariotta al basso e contrabbasso e Emanuele Fuduli alla batteria, dedicherà quasi tutto il concerto a questa Creatura meravigliosa che ha lasciato un vuoto incolmabile nella storia del ‘900. Il repertorio riprende alcuni dei brani più popolari del vasto repertorio di Petrucciani che nel corso degli anni ha registrato un totale di ben 32 album, guadagnandosi il rispetto della Comunità jazz americana e mondiale per la sua straordinaria tecnica, l'eleganza di esecuzione e la sua energia carismatica. Sono splendidamente reinterpretati, ma fedeli all'originaria carica di vitalità, brani come "Looking up" e "Black Magic” seguito da Miles Davis Lick’s, altre due composizioni che che che si alternano ai tecnicismi vorticosi del pianoforte in uno stile fusion; brani evocativi di grande lirismo come “Home” e “Brazilian Like”. A seguire, si torna ai fraseggi limpidi e squillanti di un jazz sincero e disarmato, privo di orpelli intellettualistici ma con un notevole vigore espressivo. Nel concerto sono stati inseriti due ballad “Lullaby” e la celebre composizione “Estate” scritta da Bruno Martino. Il concerto scorre piacevolmente tra assoli e dimostrazioni di ottimo interplay, senza perdere mai il ritmo fino alla chiusura. Durante la serata saranno proposte alcune scene del film/documentario di Michael Radford, con Michel Petrucciani intitolato “Uno sguardo moderato su un artista dell'eccesso”, in cui l’autore racconta questo virtuoso del jazz, pianista dal tocco irrepetibile, che ha trasformato il destino ingrato che lo ha fatto nascere con una malattia genetica invalidante in un'occasione di applicazione appassionata alla tastiera e di espressione totale di sé. La proposta musicale sarà ulteriormente arricchita da un’apertura curata dal direttore artistico della rassegna, Luca Marino, accompagnato dalla voce di Adele Zangaro. Gli ospiti potranno scegliere tra una comoda cena a tavola, o la formula più free della braceria-stuzzicheria a buffet, o anche solo di accompagnare l’ascolto con un fresco cocktail d’estate. Messo in archivio, con soddisfazione, il primo concerto della quarta rassegna, molto gradito dal pubblico per raffinatezza ed eleganza dei musicisti, e per l’atmosfera soft  della Masseria Mazzei, il calendario de “Le colline del jazz”  invita al secondo giovedì, per la serata musicale dedicata al grande jazzista Petrucciani. In questo progetto realizzato da Lametia Jazz, partner della rassegna, il Pianista Egidio Ventura, infatti, accompagnato da Silvio Ariotta al basso e contrabbasso e Emanuele Fuduli alla batteria, dedicherà quasi tutto il concerto a questa Creatura meravigliosa che ha lasciato un vuoto incolmabile nella storia del ‘900. Il repertorio riprende alcuni dei brani più popolari del vasto repertorio di Petrucciani che nel corso degli anni ha registrato un totale di ben 32 album, guadagnandosi il rispetto della Comunità jazz americana e mondiale per la sua straordinaria tecnica, l'eleganza di esecuzione e la sua energia carismatica. Sono splendidamente reinterpretati, ma fedeli all'originaria carica di vitalità, brani come "Looking up" e "Black Magic” seguito da Miles Davis Lick’s, altre due composizioni che che che si alternano ai tecnicismi vorticosi del pianoforte in uno stile fusion; brani evocativi di grande lirismo come “Home” e “Brazilian Like”. A seguire, si torna ai fraseggi limpidi e squillanti di un jazz sincero e disarmato, privo di orpelli intellettualistici ma con un notevole vigore espressivo. Nel concerto sono stati inseriti due ballad “Lullaby” e la celebre composizione “Estate” scritta da Bruno Martino. Il concerto scorre piacevolmente tra assoli e dimostrazioni di ottimo interplay, senza perdere mai il ritmo fino alla chiusura. Durante la serata saranno proposte alcune scene del film/documentario di Michael Radford, con Michel Petrucciani intitolato “Uno sguardo moderato su un artista dell'eccesso”, in cui l’autore racconta questo virtuoso del jazz, pianista dal tocco irrepetibile, che ha trasformato il destino ingrato che lo ha fatto nascere con una malattia genetica invalidante in un'occasione di applicazione appassionata alla tastiera e di espressione totale di sé. La proposta musicale sarà ulteriormente arricchita da un’apertura curata dal direttore artistico della rassegna, Luca Marino, accompagnato dalla voce di Adele Zangaro. Gli ospiti potranno scegliere tra una comoda cena a tavola, o la formula più free della braceria-stuzzicheria a buffet, o anche solo di accompagnare l’ascolto con un fresco cocktail d’estate.

di Redazione | 31/07/2014

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it