We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Udine (Udine) - Violenza sulle donne, firmato protocollo d’intesa tra Comune e Ordine degli psicologi


Fornire alle donne che hanno subito violenza il sostegno psicologico e le informazioni necessarie. Ma anche aiutarle ad orientarsi in una eventuale richiesta di aiuto nell’ampia rete dei servizi sociosanitari territoriali. In estrema sintesi è questo il cuore del protocollo d’intesa firmato lo scorso 28 giugno, tra l’Ordine degli psicologi del Friuli Venezia Giulia e “Zero Tolerance” del Comune di Udine, il servizio che da anni l’amministrazione comunale mette in campo per contrastare il fenomeno della violenza sulle donne ed offrire alle stesse uno spazio di ascolto e di sostegno concreto anche attraverso un numero verde (800531135) a cui rivolgersi. La firma del protocollo è stata apposta dal sindaco del capoluogo friulano, Furio Honsell, e dal presidente dell’Ordine degli psicologi della regione, Roberto Calvani. “Non sono solo belle parole scritte su un foglio – chiarisce il presidente dell’Ordine –, ma si tratta di un protocollo molto concreto ed operativo e si inserisce nell’ampio ventaglio di iniziative che l’ordine ha messo in campo insieme con altre istituzioni regionali. Penso, ad esempio, al protocollo da poco stipulato con la casa circondariale e quello che stiamo per stipulare con l’ordine regionale dei farmacisti. Ringrazio – conclude Calvani – questa ulteriore opportunità data all’ordine degli psicologi e tutti coloro che, con i loro lavoro, hanno reso possibile questo risultato”. Molti gli accordi già sottoscritti tra il Comune di Udine ed altri enti per contrastare il fenomeno della violenza sulle donne. “Oltre al protocollo già stipulato con l’Ordine degli avvocati, l’accordo con Questura e carabinieri sul servizio di reperibilità, il protocollo con tutte le sigle sindacali, un altro con il Distretto sanitario e un altro ancora con la Prefettura – spiega l’assessore comunale con delega alle Pari Opportunità, Cinzia Del Torre – ora si aggiunge anche quello con l’Ordine degli psicologi, in un percorso di sempre maggior potenziamento del servizio Zero Tolerance. La volontà che sta alla base di questo ulteriore accordo – prosegue – è quella di aumentare i servizi dedicati alle donne maltrattate, incrementando il supporto psicologico che spesso, se non sempre, si rende necessario nei casi di violenza. Voglio ringraziare personalmente l’Ordine – conclude Del Torre – per essersi reso disponibile a questa importante collaborazione con il Comune di Udine a vantaggio delle donne”. Soddisfazione per il risultato raggiunto è stata espressa anche dal primo cittadino. “Il Comune – ha detto il sindaco Furio Honsell – è vicino al mondo del disagio e cerca di operare in chiave preventiva attraverso le segnalazioni e gli interventi precoci. Per contrastare questi fenomeni la prevenzione è fondamentale, in modo da evitare che accadano episodi di violenza da cui non si può tornare indietro. E il supporto di uno psicologo – conclude – è uno degli aspetti su cui maggiormente va puntata l’attenzione una volta che, purtroppo, la violenza, sia essa fisica o solo psicologica, sia stata perpetrata”. L’Ordine degli psicologi e il Comune di Udine, nello specifico la Commissione Pari Opportunità che ha promosso l’iniziativa, hanno dunque valutato l’opportunità di valorizzare le professionalità e competenze degli psicologi tramite la realizzazione congiunta di progetti solidaristici, con l'obiettivo di utilizzare l'attività informativa e consulenziale in materia psicologica, associata a quella giuridica, a favore delle donne che vivono situazioni esistenziali difficili e a rischio di violenza. E questo, in modo da valorizzare le forme di collaborazione su tematiche riguardanti violenza, maltrattamenti e stalking  contro le donne, oltre che le problematiche dei minori. Una sorta di “ponte di congiunzione” tra il supporto psicologico e l’avvicinamento ai servizi sociosanitari territoriali, gli enti e le istituzioni preposti per la tutela delle donne. “L'iniziativa di condividere con l'Ordine degli psicologi le modalità di aiuto alle persone vittime di violenza – commenta l’assessore comunale alla Salute, Simona Liguori –, rientra nelle modalità di lavoro sul territorio che vede il Comune di Udine in rete con istituzioni e professionisti per migliorare, appunto, la presa in carico delle persone e favorire l'uscita da situazioni di grave difficoltà”. A spiegare la genesi dell’intesa è stata anche la consigliera comunale e membro della Commissione pari opportunità del Comune, Monica Paviotti. “All’interno della commissione – dichiara –, e in particolare nel gruppo di lavoro specifico, ci siamo chieste come operare concretamente per dare un aiuto e un sostegno alle donne. Da qui è nata quindi l’idea di contattare l’ordine degli psicologi per attivare questo servizio. Uno degli aspetti importanti è che il Comune offrirà il luogo fisico dove i professionisti incontreranno le donne. E quale luogo migliore – annuncia – se non proprio la nuova Casa delle donne di via Pradamano che, dunque, abbiamo deciso di aprire una giornata esclusivamente con questa finalità”. Le prestazioni saranno erogate dagli psicologi iscritti alla sezione A dell’Albo degli Psicologi e da tutti gli Psicologi autorizzati all’esercizio dell’attività psicoterapeutica che manifesteranno la volontà di aderire al protocollo. Il professionista che aderisce alla convenzione, e il cui nominativo sarà consultabile in un apposito elenco, effettuerà un primo incontro di consulenza gratuito con disponibilità ad un secondo sempre gratuito in una sede messa a disposizione dal Comune. Qualora lo psicologo, nell'esercizio della sua attività professionale, ritenga utile il supporto o l'invio della persona ai servizi sociosanitari del territorio o a enti e istituzioni, concorderà con l'utente le modalità per attivare gli interventi necessari. “Si tratta di un progetto molto importante – conclude la presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune, Sara Rosso – di cui la commissione, e in particolare il gruppo dedicato al tema violenza di genere, si è fatta promotrice. Vorrei pertanto ringraziare il prezioso lavoro svolto da alcune commissarie che hanno avuto l’idea di questo protocollo e hanno seguito gli aspetti organizzativi che hanno permesso di arrivare oggi a questo risultato”.

di Redazione | 01/07/2014

Pubblicità

Affittasi appartamento Via Nazionale (banner 300x170) vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 bcc mediocrati x50 IonioNotizie per la tua pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it