We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Lamezia Terme (Catanzaro) - I giovani di Forza Italia hanno illustrato il progetto “Garanzia giovani”


I Giovani di Forza Italia, nei giorni scorsi, hanno organizzato uno stand su corso Giovanni Nicotera per informare i giovani lametini del progetto europeo “Garanzia giovani”,  realizzato in collaborazione con le varie regioni d’Italia, il cui obiettivo è assistere i giovani che sono alla ricerca di lavoro e pubblicizzare il bollettino informativo d’interesse pubblico “Calabria news”, teso a divulgare le innumerevoli opportunità finanziarie (regionali, nazionali ed europee) e lavorative (concorsi, tirocini, stage e short list). L’iniziativa promossa dai Giovani di Forza Italia ha raccolto tanti consensi e plausi da parte dei cittadini per l’importante informazione divulgata. Il coordinatore cittadino Francesco De Sarro si esprime favorevolmente al progetto “Garanzia Giovani” ed al bollettino informativo “Calabria News”, definendoli due ottimi strumenti per abbattere quella percentuale di disoccupazione che ormai ha raggiunto un tasso troppo elevato, soprattutto in Calabria. “Iniziativa lodevole e degna di nota - ha affermato l’On. Giuseppe Galati (foto) – rivolta a favore dei giovani disoccupati, vittime di un fenomeno che, a causa della crisi globale, ha colpito tutti i Paesi, riducendo drasticamente l’offerta di lavoro. Bisogna fare in modo che si creino nuove opportunità di lavoro, ma soprattutto è necessario concentrare le energie per individuare una soluzione concreta per offrire posti di lavoro alle nuove generazioni. Investire sui giovani è fondamentale per preservare la crescita futura dell'Unione Europea e gli Stati membri devono dare priorità alle misure per l'occupazione giovanile”. “GARANZIA GIOVANI” è un'iniziativa recente, volta a garantire che i giovani fino all'età di 29 anni ricevano un'offerta di lavoro qualitativamente valida, un apprendistato o un tirocinio entro quattro mesi dalla fine della scuola o dalla disoccupazione. Per aiutare i giovani ad inserirsi nel mondo del lavoro gli Stati membri potranno utilizzare il Fondo sociale europeo e altri fondi strutturali e dovranno collaborare con scuole e università, enti di formazione, servizi per l'impiego, parti sociali, servizi di sostegno per i giovani e organizzazioni giovanili. Anche per quanto riguarda i sistemi d'istruzione e formazione professionale sono raccomandate riforme strutturali: gli Stati membri devono garantire che i giovani acquisiscano le competenze che i datori di lavoro cercano.

di Redazione | 01/07/2014

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it