We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Pietrasanta (Lucca) - Fino al 7 giugno il progetto culturale del Cosorzio Cosmave “Ecosinergie di marmo”


Per festeggiare i 30 anni dalla sua fondazione, il Consorzio Cosmave, promuove dal 20 maggio al 7 giungo 2014 un significativo progetto culturale, sociale ed espositivo che ha come protagonista Luca Gnizio e la marmettola, la polvere di marmo. Al designer, famoso per le sue creazioni etiche ed eco-sociali, il Consorzio Cosmave ha affidato la realizzazione di un site-specific project che coinvolge 53 aziende del settore del marmo. I bambini delle scuole elementari e le associazioni di diversamente abili del territorio il 20 maggio, al mattino, completeranno con la loro creatività l’opera proposta.   Il progetto “Ecosinergie di marmo” di Luca Gnizio, curato dal critico d’arte Luca Zanchi, si presenta come opera collettiva di sensibilizzazione. Una parte del progetto sarà installato in Piazza del Duomo a Pietrasanta, un’altra parte all’interno del MUSA in abbinamento ad alcuni lavori di Gnizio, dedicati ai grandi problemi mondiali dell’ambiente come: “forStreet”, rivolta al dibattimento sul problema dello smog; “forDesert”, indirizzata alla questione della desertificazione; “forLastDrop”, concepita sulla speranza di nuova vita e “forOCEAN JEANS”, che affronta il tema dell’inquinamento dei mari.   Pensata per essere “manifesto” di una grande operazione di sinergia, “Ecosinergie di Marmo” è realizzata grazie al contributo delle aziende aderenti al Consorzio COSMAVE e che hanno fornito un quantitativo di marmettola, la polvere di marmo normalmente considerata materiale di scarto. Ogni azienda sarà “rappresentata” nell’opera grazie ad un procedimento che vede l’utilizzo di molteplici pigmenti mescolati a una resina che trasformeranno ogni singola azienda partecipante in  “colore”.   Trattandosi di “nuovo marmo”, verranno reinterpretate, quindi, le venature che sono il cuore della natura del marmo, per questa nuova lettura di Luca Gnizio, infatti, ogni venatura sarà la testimonianza della partecipazione di ogni singola azienda che ha permesso la formazione di questo nuovo prodotto.   In questo modo Luca Gnizio ricrea poeticamente  il processo sedimentario di formazione del marmo, facendone il segno tangibile di un impegno condiviso da aziende, associazioni, scuole, tutte coinvolte dall’artista in un’operazione di eco-sostenibilità intelligente, capace di abbinare responsabilità ambientale, arte, design, arredo pubblico.   Luca Gnizio parla della sua installazione e sottolinea come: “I miei progetti partono dal principio che le persone debbano essere sensibilizzate e spronate ad intervenire nel mondo per aiutare e sostenere l’ecologia e il sociale. Ogni mio progetto è studiato per poter essere completato ed "arricchito" con la personalizzazione e la sensibilità del fruitore. Solo con l'interazione degli altri i miei progetti si integreranno nella società e negli spazi. Sono particolarmente grato alle aziende del Consorzio Cosmave e a Pietrasanta che mi hanno permesso di creare un’installazione che porta in sé le impronte, un vero e proprio intento artistico, di tutta la città”.   “Ecosinergie di marmo” si presenta come un grande vaso alto 50 cm lungo 3 metri per 2.20 di profondità, un’installazione monumentale. Sulla parte superiore vi è piantato un ulivo, mentre sulla destra vi è una seduta. Sarà proprio la parte superiore della seduta che verrà lasciata "fresca" per consentire ai bambini e ai ragazzi di toccare e plasmare a proprio piacimento la superficie che, nelle successive 24 ore, asciugandosi, conserverà per sempre questi gesti. Le tracce dei “nuovi artisti”.   Parallelamente all’intervento in piazza prosegue il lavoro Ecosinergie di Marmo di Luca Gnizio all’interno del Musa. In questo percorso espositivo, l’autore presenta la sua personale visione di problematiche ambientali e sociali, tradotte in opere che l’hanno reso riconoscibile e coerente per il suo intento. Sarà particolarmente interessante vedere nella mostra, così come nell’opera in Piazza del Duomo, il processo che vede la marmettola, materiale di scarto, diventare un nuovo prodotto funzionale.   Un’intervista video, proiettata a ciclo continuo sugli schermi dello spazio MUSA, approfondisce  i temi fondamentali della poetica di Luca Gnizio, la sua formazione, le esperienze che l’hanno visto condividere arte e disegno industriale, impegno sociale ed educazione all’eco-sostenibilità, sottolineando, al di là del talento formale, la sua capacità di pensare autonomamente e responsabilmente ad “operazioni artistiche” che coniugano un linguaggio poetico con una concreta sapienza tecnica e un genuino  impegno civile e ambientalista.   

di Redazione | 23/05/2014

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it