We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Presentato al Salone del Libro di Torino il volume di Rosario Branda "Vini di Calabria. Storie (minime) di uomini, donne, luoghi ed uve"


Presentato al Salone del Libro di Torino il volume di Rosario Branda "Vini di Calabria. Storie (minime) di uomini, donne, luoghi ed uve" edito da Rubbettino. Inserito nell'ambito delle manifestazioni organizzate dalla Casa Editrice nello stand della Regione Calabria, l'incontro è stato introdotto e moderato dall'editore Florindo Rubbettino che ha rimarcato come "il libro, che si presenta come una guida, in realtà è molto di più: è un racconto che cerca di riannodare le fila di una storia antica come quella del vino in Calabria, è un'opera che mette in relazione la regione con l'estetica, la bellezza delle vigne e delle cantine ben tenute, è un racconto che fa emergere tante storie diverse e positive di lavoro, passione, impegno per la valorizzazione delle tradizioni e della cultura contadina ed industriale del territorio".  A testimoniare questo impegno diretto e costante è stata chiamata ad intervenire anche Filomena Greco, imprenditrice di una rinomata azienda cariatese che produce e commercializza vini ed olio nel mondo. "Sono felice di essere a Torino per commentare il libro di Sarino Branda perché da questo racconto emergono l'amore dell'autore e dei viticultori per il territorio ed il loro sforzo continuo teso alla valorizzazione di un comparto che sta mostrando segnali interessanti di sviluppo economico. Dalle pagine del libro -ha specificato Filomena Greco  - emerge una fotografia nitida e complessa di un sistema di imprese che stanno dando un volto, una identità al settore, che inizia ad interessare i buyer stranieri. Lo sforzo che dobbiamo fare tutti è quello di fare rete tra di noi e di comunicare meglio i risultati che riusciamo ad ottenere. Insieme alle Istituzioni dobbiamo sviluppare strategie di marketing più efficaci". Alla presenza di un pubblico interessato, tra cui lo scrittore Mimmo Gangemi ed il Direttore del Sistema Bibliotecario Vibonese Gilberto Floriani, l'autore ha tratto le conclusioni della serata affermando di aver inteso dare "la traccia di quanto stia crescendo in qualità il settore enologico in Calabria e di come l'investimento dei viticultori nella riscoperta e valorizzazione dei vitigni autoctoni rappresenti la vera scommessa per l'affermazione dei vini calabresi fuori regione e di come questa sia la strada maestra su cui lavorare per differenziarsi dall'offerta esistente, offrendo nuovi profumi, sensazioni differenti e caratterizzanti, emozioni da riscoprire sorso dopo sorso".

di Redazione | 11/05/2014

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it