We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - 8 marzo… il Circolo della Stampa di Cosenza parla della Donna con gli studenti


La Donna, in tutte le sue molteplici sfaccettature: madre e moglie, angelo del focolare, in carriera o entrambe le cose. In ogni caso, alle prese con gli ostacoli cui la sottopone il prezioso ruolo sociale e familiare che ricopre. Questo il tema del convegno che oggi, proprio in occasione della giornata internazionale della donna, si svolge presso l’Istituto Leonardo Da Vinci di Cosenza a partire dalle 09,30. A organizzare la manifestazione è stato il Circolo della Stampa “Maria Rosaria Sessa” di Cosenza, in collaborazione con il Dipartimento di Prevenzione, Psichiatria Forense – Medicina Legale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza. Significativo il titolo dell’incontro: “Rosse Emozioni. L’8 … ogni istante della mia vita”, che vuole simboleggiare la grande forza, il coraggio, che ogni donna deve avere ogni singolo giorno. Nel corso della mattinata, inoltre, si discuterà anche della violenza di genere, risultato del mancato riconoscimento del ruolo della donna, e che, nei suoi casi più estremi, può sfociare anche in quel drammatico fenomeno divenuto tristemente noto con il termine di “Femminicidio”, togliere la vita alla donna che si dice di amore. Sul palco, a ricordarle tutte, ci saranno le sagome femminili con tutti i nomi delle vittime calabresi. A discutere del problema con gli studenti della scuola saranno persone da tempo impegnate nel campo della cultura, ritenuta a ragione la sola efficace arma per insegnare il dialogo e il rispetto. Sarà Graziella Cammalleri, Dirigente Scolastico dell’Istituto Leonardo Da Vinci e Itas Nitti, a salutare i presenti in apertura del convegno. Interverrà poi Gregorio Corigliano, giornalista, scrittore e Presidente del Circolo della Stampa “Maria Rosaria Sessa”. Corigliano presenterà una relazione su  “Donne e Giornalismo: un percorso di genere”, all’interno della quale troverà ampio spazio il tema del lavoro. “Femminile. La politica delle donne”, è il tema che affronta Maria Francesca Corigliano, assessore  alle politiche giovanili e femminili della Provincia di Cosenza, donna sensibile all’importanza della cultura, e politicamente attenta alle esigenze dei più giovani. Segue Manfredo Piazza, assessore alla solidarietà e coesione sociale del Comune di Cosenza, che relaziona su “Donne Maltrattate. Ascolto, accoglienza, aiuto”, le risposte più immediatamente necessarie in caso di maltrattamenti. L’argomento introduce l’intervento di Patrizia Nicotera, psichiatra e responsabile coordinatrice del Progetto Free-Fly del centro Ascolto Donna dell’Asp di Cosenza. “Uscire dalla violenza si può, con la conoscenza delle emozioni”, è quanto spiegherà la dottoressa anche con l’aiuto di quattro video: conoscere le emozioni proprie e quelle degli altri fa si che si impari a captare i segnali che possono anticipare la violenza psico-fisica e quindi prevenirla. Nel corso della giornata, inoltre, saranno resi noti i risultati dei quesiti preparati dal centro Ascolto Donna proprio per gli studenti della scuola; un’indagine utile a verificare se i nostri giovani hanno la reale comprensione di ciò che è, e di cosa comporta, la violenza di genere: di uno dei mali del nostro tempo. Un fenomeno cui bisogna estirpare le radici avvicinando i più giovani. E quando a scendere in campo sono le istituzioni e il mondo dell’informazione, due facce della stessa medaglia nella lotta a ogni tipo di discriminazione, la strada si fa in discesa.

di Redazione | 08/03/2014

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it