We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Presentato il cartellone teatro di primavera sul palco del Rendano


Venerdì 21 marzo si alzerà il sipario sulla rassegna “Teatro di Primavera” evento patrocinato dall’amministrazione comunale di Cosenza. Sul palco del Teatro A. Rendano sei spettacoli all’insegna del divertimento. Prosa, cabaret e musica questi gli ingredienti della rassegna ideata da“Musica & Musica”, l’Associazione culturale “Le Pleiadi” e “GF Management” . Il cartellone è stato presentato questa mattina nella sala Quintieri del Teatro A. Rendano di Cosenza. A presentare la rassegna: l'assessore Rosaria Succurro, assessore al teatro del comune di Cosenza; Enzo Noce de "L'altro Teatro"; Giuseppe Citrigno, Presidente dell'associazione culturale Le Pleiadi e Gianluigi Fabiano di "GF Management". “Abbiamo avviato una virtuosa sinergia pubblico privato in attesa della stagione ufficiale del Rendano - spiega l’assessore al Teatro Rosaria Succurro – Prima della interruzione, dovuta ai lavori che interesserano a giugno il nostro teatro di tradizione, offriremo una carrellata di spettacoli votati al divertissement. Ci è sembrata meritevole di attenzione la proposta che ci è stata sottoposta dal direttore artistico della “storica” rassegna “L’altro Teatro” Enzo Noce, dal Presidente dell’Associazione culturale “Le Pleiadi” Pino Citrigno e da Gianluigi Fabiano, coordinatore organizzativo di “GF Management” ed è per questo che abbiamo deciso di dare anche il nostro imprimatur”.“Con questa iniziativa lanciamo un messaggio importante alla città – spiegano gli organizzatori della rassegna – Come privati diamo il nostro contributo all’offerta culturale grazie anche alla sensibilità e al patrocinio dell’amministrazione comunale. Il costo dei biglietti è decisamente contenuto per un pacchetto di spettacoli di alta qualità che incontrerà sicuramente il favore del pubblico”. Il 21 marzo  l’esordio, dunque, con  il nuovo spettacolo di Max Giusti “Di padre in figlio”.  Conduttore televisivo, attore, showman Giusti si misura con una pièce insolita, soprattutto per Max Giusti, abituato ad essere un attore brillante e comico che, per la prima volta, mescola comicità, spontaneità a una grande novità, quella di affrontare  i sentimenti e il rapporto tra padre e figlio, quasi sempre fatto di silenzi, di abbracci mancati, di sguardi e di «non detti».  Il 29 marzo sarà la volta di un musical indimenticabile “Cantando sotto la pioggia” (Singin’ in the Rain). Produzione della compagnia di Corrado Abbati, che firma anche la regia. Il celebre musical di Broadway, reso famoso dal film diretto nel 1952 da Stanley Donen e Gene Kelly e interpretato da Gene Kelly,rivive sul palco del Rendano. L’allestimento si avvale della collaborazione dell’inglese “Up Stage Designs” e dei suoi scenografi Phil R. Daniels e C. Cusick Smith, autori di un’inedita messa in scena multimediale, dall'ambientazione cinematografica.   Ancora tanta comicità ma, questa volta dal sapore partenopeo, il 3 e il 4 aprile  con la commedia “Il diavolo custode” di Vincenzo Salemme. Il celebra attore e regista napoletano ripropone la sua commedia, campione d’incassi nel 2013, ispirata all’attualità: “Immaginiamo che un giorno il nostro diavolo custode – scrive nelle sue note di regia Salemme  - salga sulla terra per dirci “Vuoi tornare a nascere e ricominciare daccapo? La vuoi la seconda possibilità? Ce la farai a fare di meglio?” Lo spettacolo di Salemme è legato ad una raccolta fondi a favore dell’ AIRC, l’Associazione italiana per la ricerca sul cancro. Il 15 aprile, spazio alla sophisticated comedy di Neil Simon “California Suite”.Un testo diverte perché attinge in modo spiritoso e mai volgare, alla vita vera, ai personaggi che tutti conosciamo, alle storie di cui abbiamo sentito parlare. Diverte, ma non risparmia al suo spettatore quel poco di amarezza data dai difetti e dalle debolezze dei protagonisti. D’angelo-Quattrini sono una coppia di interpreti  irresistibile. In una camera d’albergo di lusso si consumano confronti, scontri, sorprese e delusioni; il tutto raccontato con leggerezza, ironia e intelligenza, mostrando la morale senza moralismo, svelandoci il lato tragico che si cela nel grande umorismo.Il 24 aprile  la kermesse entra nel vivo,  con “L’amore e la follia” protagonista l’esilarante Max Tortora amatissimo dal pubblico televisivo dei “Cesaroni”.  Il vivace spettacolo vede Tortora tra sketch, riflessioni sull’attualità e improvvise incursioni di amici della musica e del teatro. Non mancano le ineguagliabili imitazioni a cui Max sa dare corpo, voce a anima, cogliendo unicità e contraddizioni dell'originale, come quando interpretò i suoi mitici Alberto Sordi, Adriano Celentano, Michele Santoro, Franco Califano.  Gran finale del cartellone  il 6 maggio con lo spettacolo “Come un Cenerentolo”. La rivisitazione in chiave moderna, e al maschile, della celebre fiaba Cenerentola, e che rende omaggio al film- cult  Il Cenerentolo interpretato nel 1960 dal mitico Jerry Lewis. Anzi, in questa esilarante commedia, a cambiare “sesso” sono sia il protagonista, Biagio Izzo, sia la matrigna, magistralmente interpretata da Peppe Barra, sia la fatina, che qui diventa “Fato”.

di Redazione | 06/03/2014

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it