We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Rifiuti, accesso a Bucita interdetto nelle ore notturne. Il Sindaco emette ordinanza


Accesso impianto di Bucita, nuove disposizioni per regolare il traffico veicolare dei mezzi pesanti. Regolato l’ingresso al sito per limitare i disagi ai cittadini delle aree limitrofe al centro di trattamento rifiuti. Istituito, in via sperimentale e provvisoria, il divieto di transito e di sosta per autocompattatori e autoarticolati che trasportano tal quale, nelle ore serali ed in particolare dalle ore 19.00 alle ore 5.30. Il provvedimento riguarda tutte le strade per arrivare all’impianto.   È, questo, quanto stabilisce un’ordinanza emessa dal sindaco Giuseppe Antoniotti (foto) lo scorso venerdì 28 febbraio, con i pareri del dirigente della Polizia Municipale, Nicola Middonno, dei responsabili della Pm, i vicecomandanti Pietro Pirillo e Giuseppe Calabrò,  ed il funzionario dell’ufficio ambiente Salvatore Lepera.   Il provvedimento – si legge nell’ordinanza – si è reso necessario a seguito del lungo periodo di inattività della discarica di Pianopoli che non ha consentito il regolare abbanco dei rifiuti soliti urbani. Con l’apertura dell’impianto catanzarese e di conseguenza, quindi, anche con la riattivazione dell’impianto tecnologico di Bucita si è creato un inevitabile effetto imbuto. Lo stesso che ha fatto registrare, soprattutto nelle ore notturne, un elevato incremento dei flussi veicolari e in particolare di autocompattatori e di autoarticolati deputati al trasporto degli scarti provenienti dai diversi territori autorizzati a sversare nell’impianto rossanese.   Dunque, considerato che la chiusura dell’impianto di trattamento rifiuti presente nel territorio cittadino avviene quotidianamente attorno alle ore 19, si è provveduto ad emettere l’ordinanza onde evitare il transito e la sosta notturna di decine di mezzi carichi di spazzatura lungo le vie della contrada. Una sosta inoperosa, quella di auto compattatori e autoarticolati, che potrebbe essere fonte, innanzitutto, di molestie ai residenti delle aree limitrofe all’impianto, oltre che determinerebbe il costante sgocciolamento di rifiuti liquidi che mettono a serio rischio la tutela del patrimonio ambientale e stradale, nonché la salute dei cittadini.

di Redazione | 05/03/2014

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it