We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Longobucco (Cosenza) - Assemblea ex Lsu servizi scolastici


di FRANCESCO MADEO - Assemblea dei lavoratori ex Lsu, utilizzati presso il comune di Longobucco, che operano nel sevizio pulizia delle scuole per esporre la situazione che si è creata a pochi giorni dal termine, prossimo 28 febbraio, della proroga degli appalti previsto dalla legge di stabilità. “I lavoratori –è scritto in un comunicato del Comune - hanno evidenziato che iI Miur ha attuato una nuova gara di pulizie nelle scuole a gestione Consip che può causare una grave decurtazione delle loro retribuzioni (di 3/400 euro al mese), toccando la soglia di povertà, se non addirittura la perdita del posto di lavoro stesso. Questa decisione, oltre a penalizzare fortemente i lavoratori, non potrà che ripercuotersi sulla qualità del servizio di pulizia che si deve ritenere uno dei più importanti nel settore scolastico. I lavoratori –informa il comunicato- hanno altresì illustrato le rivendicazioni che sono alla base della protesta che ormai da mesi si registra in tutt'Italia e che vede impegnati a loro fianco i sindacati di categoria. Il ripristino del Tavolo Interministeriale con il coinvolgimento anche dei dicasteri del Lavoro dell’economia e Finanze, per individuare nell'immediato soluzioni adeguate in direzione dell'aumento delle risorse da destinare per assicurare l'erogazione del servizio attualmente stabilite in 290mila euro rispetto ai 440 mila necessari per il mantenimento occupazionale nonché per gli interventi di sostegno del reddito già drasticamente ridotti del 25% in seguito all'attuazione dagli interventi di spending review varati dai Governi che si sorto succeduti negli anni. La proroga del servizio almeno fino al 30 giugno 2014 –continua il comunicato del comune- con la possibilità di prevedere la ricollocazione di una parte degli addetti presso gli enti locali favorendo una riduzione del bacino occupazionale del settore servizi ed individuando nel contempo, attraverso il ricorso agli ammortizzatori sociali, il percorso per l'avvio al pensionamento di coloro che possiedano i requisiti per il raggiungimento della pensione di vecchiaia. La risoluzione definitiva del problema mediante l'internalizzazione del servizio attraverso l'inserimento dei lavoratori interessati, nelle graduatorie ATA con il riconoscimento del servizio prestato. I lavoratori –termina il comunicato- hanno infine sottolineato che la mancata convocazione e, soprattutto, l'assenza delle soluzioni stabilite dalla legge di stabilità, non solo costituiscono precise violazioni delle norme, ma rischiano di creare conseguenze gravissime sul servizio degli istituti scolastici stessi e sulle condizioni economiche delle loro famiglie”.  

di Francesco Madeo | 26/02/2014

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it