We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Longobucco (Cosenza) - La cittadina silana celebra i propri caduti in guerra


In occasione del 95° anniversario della I guerra Mondiale, Longobucco celebra i propri caduti in guerra. Scoppiata la prima guerra mondiale (1914-1915) l’Italia entrò in guerra nel 1915: Circa 700 longobucchesi vennero chiamati sotto le armi. In mancanza di viveri e con l’aumento della disoccupazione fu costituito un comitato per aiutare le famiglie bisognose dei militari. Per la difesa della patria Longobucco diede un largo contributo di sangue: i morti furono un centinaio e molti i mutilati. Merita specialissima menzione il Sottotenente Angelo Parrilla, nobile eroe che, quasi adolescente offrì la sua vita in olocausto per la grandezza della patria, gli fu assegnata la medaglia d’oro. Il Generale Franco Gerardo Pirillo classe 1892 terminati gli studi ad Anagni entrò nell’Accademia Militare bersaglieri a Modena. Colpito da una pallottola dum-dum alla coscia sinistra fu operato e rimase con una gamba più corta e fu decorato con medaglia di argento al V.M. e con distintivo mutilato di guerra. Ebbe quattro croci al merito di guerra 1915-1918, Cavaliere dell’Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro, nel 1969 venne nominato Generale. Il Comm. F.G. Pirillo dotato di bellissime qualità, sempre pronto ad aiutare chi ne aveva bisogno, profondamente religioso, era stimato e ben voluto da tutti. Morì il 7 agosto 1977 all’età di 85 anni. A ricordo: Bevacqua Francesco. Medaglia di bronzo per aver sostituito sul carso nel 1917 con imperterrito coraggio il comandante ferito. Cicero Paolo. Medaglia di bronzo sul monte Ortigna nel 1917 salvò feriti dal bombardamento, e ferito non curante di se stesso badava a salvare gli altri. Del Vecchio Pietro. Medaglia d’argento, per aver preso parte in Bavaria (Treviso) ad una pericolosa ricognizione nel 1918. De Simone Vincenzo, Sottotenente. Medaglia di argento perché ferito nel 1915 a Castelnuovo continuava il comando occupando le trincee nemiche. De Capua Davide. Sottotenente. Medaglia di bronzo V.M. alla memoria. Morto in combattimento a Samone nel 1916.Lavia Antonio. Medaglia di bronzo V.M. sul Monte S. Michele nel 1916. Gagliardi Pietro Davide, Leonetti Pietro, Muraca Giuseppe, Vulcano Luigi, Vulcano Francesco,Gulluscio pasquale, Turco Giuseppe, Beraldi Giuseppe, celestino Giuseppe, Lepera Eugenio, Curia Vincenzo, Scarcella Antonio e molti altri. Il Monumento dei Caduti in Piazza Monumento simbolo indelebile del valore dei longobucchesi nella grande guerra fu costruito nel 1923 con pietre del Carso fatte venire appositamente dal Generale Pirillo. Francesco Madeo  

di Redazione | 21/06/2010

Pubblicità

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it