We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Benevento (Benevento) - Nel prossimo fine settimana in scena “La Mandragolacarpazica”


Sabato 11 gennaio alle 21 e domenica 12 alle 18.30, sul palco del Teatro Bolivar di Mater Dei la Solot Compagnia Stabile di Benevento presenta “La Mandragolacarpazica” di Franco Cossu e Rosario Giglio che firma la regia e veste i panni di Ligurio in scena. Ad interpretare, in versione partenopea, la celebre opera di Machiavelli – potente satira sulla corruttibilità della società italiana – sono Michelangelo Fetto, Rosario Giglio e Antonio Intorcia, insieme a Francesca De Nicolais, Pino Carbone, Loretta Palo e Gingy Comune. Pozioni magiche, intrighi amorosi e desideri nascosti per raccontare una storia universale: l'uomo per ottenere ciò che vuole è pronto a utilizzare biechi espedienti, conservando però intatta la capacità di giustificarsi dei misfatti compiuti. «Lavorare sul testo de La mandragola – afferma il regista Rosario Giglio - è stata un’esperienza felice per la scoperta di una storia ricca di sfumature e di una drammaturgia dalle mille sfaccettature. Una continua alternanza di scene, un susseguirsi di personaggi, un avvicendarsi di dialoghi: da quadri a volte stralunati e fiabeschi a momenti di profondo smarrimento. Non c’è pessimismo, né sfiducia nell'uomo. C'è invece una  fotografia, a volte indiscreta, delle miserie umane e dell’innata ricerca di appagamento. Nessuno appare migliore dell'altro, nessuno più vincitore o più sconfitto. È  l'umanità che alla fine raggiunge il suo traguardo, in nome della pietas che la contraddistingue, sempre pronta a perseguire ideali eticamente più nobili. L'infuso de La Mandragolacarpazica ancora oggi parla al nostro cuore e pone il tema della libertà delle scelte come il trampolino di lancio di un vivere coerente, felice e soprattutto responsabile».  TRAMA Il ricco Callimaco è innamorato di Lucrezia, moglie fedele di Messer Nicia. Con l'aiuto dell'astuto amico Ligurio e travestito da medico, Callimaco convince Nicia che l'unico modo per avere dei figli è quello di somministrare alla bella moglie una pozione a base di radice di mandragola ma con un ingrediente segreto. Il primo uomo che giacerà con lei, però, morirà. Inganni, falsità, bugie e corruzione in uno spettacolo costruito interamente intorno alla caratterizzazione dei personaggi: il passionale Callimaco, il furbo Ligurio, lo sciocco Nicia, la rigida Lucrezia e la pragmatica Sostrata.

di Redazione | 08/01/2014

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it