We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Ampia adesione per il convegno sul diritto al lavoro per persone con sindrome di Down


“Costruire sinergie per la promozione del diritto al lavoro delle persone con sindrome di Down”, questo è il tema che l’Associazione “Gli altri siamo noi” ha posto all’attenzione  della cittadinanza e degli stakeholder  del territorio coinvolti nei giorni scorsi. L’evento, organizzato nell’ambito del Progetto “+1 dal punto alla rete” promosso dal COORDOWN (Coordinamento nazionale associazioni delle persone con sindrome di Down) e finanziato dalla Fondazione con Il Sud, si è tenuto presso il Salone degli Specchi della Provincia di Cosenza. I lavori sono stati introdotti dalla relazione della Presidente dell’associazione, dott.ssa Adriana De Luca, che ha  illustrato buone prassi  realizzate nel territorio nazionale e locale, proprio dall’associazione, che dimostrano che l’inserimento lavorativo delle persone con sindrome di Down è possibile. Le condizioni perché ciò si realizzi sono molteplici, tutte riconducibili ad un cambiamento della cultura dominante nella direzione della valorizzazione delle persone con disabilità intellettiva, del superamento dei pregiudizi e  dell’affermazione del diritto al lavoro oggi negato  (il tasso di disoccupazione delle persone con Sindrome di Down è del 90%;il 50,9% dei soggetti con disabilità tra  15 e  44 anni, sono “incollocabili”, contro lo 0,3% dei non disabili).  Questa situazione  che ha meritato all’Italia una condanna dalla Corte di giustizia europea, è ancora più grave in Calabria, dove il 32,3%  degli alunni  con disabilità non consegue alcun titolo di studio contro la media nazionale del 20,9%. E’ più che evidente la necessità di individuare e perseguire azioni positive in favore delle persone con disabilità intellettiva perché possano assumere il  ruolo di adulto e di lavoratore. Il raggiungimento dell’obiettivo è condizionato fortemente  dagli interventi educativi e formativi della famiglia e della scuola, dalla quantità e dalla qualità degli interventi riabilitativi, dalla possibilità di valutare secondo un approccio multidisciplinare le abilità residue e di valorizzare le competenze acquisite utili al collocamento mirato, dalla possibilità di accedere alla formazione (work-experience, tirocini, apprendistato,ecc.) ed infine dalla presenza di operatori che svolgano un’attività di mediazione  e accompagnamento prima, durante e nel corso dell’inserimento lavorativo.  Questo approccio ha dato  risultati estremamente positivi per la qualità della vita della persona con sindrome di Down, per le famiglie e per la collettività, che recupera ad un ruolo attivo e produttivo un individuo altrimenti destinato all’assistenza a vita. Solo il lavoro congiunto e coordinato delle agenzie del territorio può realizzare tutto questo. Perciò  l’associazione “Gli altri siamo noi” si è fatta promotrice  e parte attiva nella realizzazione di un progetto pilota che coinvolga tutti gli Enti che svolgono un ruolo  strategico:  l’l’ASP di Cosenza deputata al giudizio di collocabilità, rappresentata  dal direttore del Dipartimento di Prevenzione dott. Marcello Perrelli, dal direttore del Dipartimento dei Servizi Sociali dott.ssa Ninni Pellegrini e dalla dott.ssa Luigina Volpentesta in rappresentanza del SSM di Cosenza; la Provincia di Cosenza  per il suo ruolo nella Formazione, il  Collocamento Mirato, la costituzione del Servizio di Inserimento Lavorativo rappresentata dall’assessore Giuseppe Giudiceandrea e  dall’assessore alle Attività Economiche e Produttive  Mario Caligiuri; dalla Regione Calabria  per il ruolo di programmazione e  realizzazione di obiettivi afferenti alle Politiche Sociali,Formazione e Lavoro rappresentato dall’assessore  Nazareno Salerno; tutti gli intervenuti  hanno assunto impegni precisi nella direzione del superamento della grave situazione di disagio nella quale versano le persone con disabilità intellettiva. All’iniziativa ha portato il suo saluto e la sua vicinanza l’assessore al Bilancio e Programmazione Giacomo Mancini; sono intervenuti inoltre rappresentanti  di aziende del territorio, di Associazioni di Categoria, della Fondazione Consulenti del Lavoro, le famiglie e le persone con Sindrome di Down. L’evento si è concluso con l’intervento del Presidente del COORDOWN d Sergio Silvestre che ha illustrato la situazione e le azioni intraprese a livello nazionale. Alla fine dell’evento i giovani e gli adulti dell’associazione “Gli altri siamo noi”  hanno offerto un ottimo aperitivo e dei prodotti da forno realizzati  all’interno del progetto “Saperi Sapori Solidarietà” mirato all’avvio di un laboratorio protetto e realizzato con il contributo del Bando per lo sviluppo dell’artigianato della Provincia di Cosenza. Ci auguriamo che il Natale porti alle persone con Sindrome di Down e disabilità intellettiva in dono il rispetto del loro diritto ad essere cittadini con pari opportunità.

di Redazione | 27/12/2013

Pubblicità

Affittasi magazzino (banner 300x170) cinema teatro sanmarco rossano bcc mediocrati x50 studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2017 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it