We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Festival cinematografico della Calabria: Francesca Neri ha dato il via alla kermesse


La diva Francesca Neri  ha aperto ufficialmente  il “Festival Cinematografico della Calabria - La Primavera del Cinema Italiano”.  Attrice e produttrice cinematografica  è stata ospite dell’esordio della kermesse, sul palco del Supercinema Modernissimo ha ricevuto il Premio Federico II. Dopo una passeggiata sul Mab per incontrare il suo pubblico Francesca Neri è stata ospite del primo evento de “La Primavera del Cinema Italiano”. Una serata- omaggio ai grandi maestri del Cinema Italiano scomparsi recentemente: il regista Carlo Lizzani e l’indimenticato volto degli spaghetti western Giuliano Gemma. Una conversazione con l’affascinante Francesca Neri per ricordare due grandi interpreti del nostro cinema: “Lizzani è stato mio  maestro quando ero allieva al Centro sperimentale di Roma – racconta Neri – un grande regista ma prima ancora un grande intellettuale – e continua – ricordo la sua grande umanità e le sue lezioni di cinema, ci spiegava il suo rapporto con gli attori sul set e come riusciva a tirare fuori il meglio da loro”.  Sul palco con Francesca Neri lo scrittore e saggista calabrese Franco Dionesalvi:” Giuliano Gemma è uno dei volti simbolo del cinema italiano – spiega – sono tristemente scomparsi ma il loro inconfondibile volto fa parte della memoria storica del cinema italiano. Ci accompagneranno sempre non li perderemo mai grazie ai loro film che hanno fatto epoca”. A seguire la proiezione del film simbolo di Lizzani “Banditi a Milano” e il cult “Una pistola per Ringo” protagonista Giuliano Gemma.   Il programma è stato presentato nella sede di Confindustria Cosenza. Al tavolo dei relatori: l’Assessore alla cultura della Regione Calabria Mario Caligiuri; il direttore di Confindustria Cosenza, Rosario Branda; il Presidente dell’associazione “Le Pleiadi” Giuseppe Citrigno e il direttore artistico, Alessandro Russo.   “Il cinema produce economia e sviluppo – spiega l’assessore Caligiuri – Una vera e propria industria su cui da tempo la Regione Calabria sta puntando. Lo dimostra anche questo evento il Festival cinematografico della Calabria – e conclude - Ci sono numerosi segnali di vivacità e fermento. Attraverso il sistema cultura la Calabria sta crescendo”   “Anche in questa edizione La Primavera coniuga arte, industria e glamour – spiega alla stampa il direttore artistico Alessandro Russo – ingredienti che hanno reso questa manifestazione un evento di successo”. “La Primavera del Cinema è un evento che ha oramai un respiro nazionale – aggiunge il patron Giuseppe Citrigno – abbiamo superato i campanilismi, fatto rete e creato un sistema. Una kermesse che ha più chance di emergere e di attrarre nella nostra terra major e  progetti cinematografici di qualità”.   In scaletta,  una lunga maratona di proiezioni di film e incontri con i protagonisti del nuovo cinema italiano.           Dal 13 al 20 dicembre, attori e registi di fama nazionale e internazionale popoleranno le nove giornate, tra proiezioni di film, incontri- dibattiti, presentazioni di libri, concerti ed eventi glamour. Una full immersion nelle nuove tendenze del grande schermo.   Le star che calcheranno il red carpet de “La Primavera del cinema italiano”: Francesca Neri, Pier maria Cecchini, Luigi Sardiello, Antonio Catania, Rita De Donato, Fabio Mollo, Max Mazzotta, Elisabetta Antonioni, Alessandro Rak, Mimmo Calopresti, Tommaso Lazotti, Moisè Curia, Maria Roveran, Veronica Polacco, Michele Riondino, Lorenzo Richelmy, Alessandra Mastronardi, Donatella Finocchiaro, Nicola Piovani.   Cosenza sarà lo scenario di una kermesse che si distingue per la sua originalità nel panorama nazionale: un festival con su due comode scarpe da tennis! L’inconfondibile logo che lancia un evento fuori dagli schemi e che promuove i nuovi talenti del cinema italiano, questa volta sotto il sole del Sud.   Ad ideare la manifestazione l’Associazione culturale “Le Pleiadi”, il suo Presidente, Giuseppe Citrigno e il direttore artistico, Alessandro Russo. Organizzato dalla Fondazione Calabria Film Commission all’interno del Primo Festival cinematografico della Calabria. Realizzato  a valere sui fondi dei nuovi eventi culturali innovativi- Por Calabria- FESR 2007/2013 Asse V – linea di intervento 5.2.3.1.   Le sette pellicole in concorso, proiettate al Cinema Citrigno e al Cinema San Nicola, sono tra le novità più interessanti del panorama nazionale. “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino; “Il comandante e la cicogna” di Silvio Soldini; “Che strano chiamarsi Federico” di Ettore Scola; “L’intrepido” di Gianni Amelio, “Un giorno devi andare” di Giorgio Diritti, “Anni felici” di Daniele Lucchetti e “Via Castellana Bandiera” di Emma Dante.   Tutti potranno vedere i film in concorso nelle sale, durante le nove giornate del festival, al prezzo simbolico di un euro. A giudicare le pellicole e a decretare il vincitore dell’edizione 2013, anche quest’anno sarà il pubblico in sala, compilando apposite schede di gradimento. La kermesse prevede, inoltre, la proiezione di altri film fuori concorso: “Viaggio sola” di Maria Sole Tognazzi; “Aspromonte” di Hedy Krissane; “Anna bello sguardo” di Vito Palmieri,“Un mondo meglio che niente ” di Cobol Pongide e Marco Santarelli; “Mamas” di Isabella Rossellini; “Anija – La nave” di Roland Sejko;  “Fedele alla linea” di Germano Maccioni; “Fiabeschi torna a casa” di Max Mazzotta; “Miele” di Valeria Golino; “L’arte della felicità” di Alessandro Rak; “Razza Bastarda” di Alessandro Gassman; “con il fiato sospeso” di Costanza Quatriglio; “Il pasticciere” di Luigi Sardiello; “La città ideale” di Luigi Lo Cascio; “Cous cous island” di Francesco Amato, Stefano Scarafia; “L’arbitro” di Paolo Zucca; “Sei sull’autobus” di S. Antonelli, G.Bisordi, R. De Donato, I. Di Lelio, A. Ligas, E. Russo; “Giovanna Cau diversamente giovane” di Marco Spagnoli; “Ricordando Fellini” di Francesca Fabbri Fellini; “L’ultima tempesta” di Peter Greenaway.   Un festival che non dimentica la solidarietà. 1 euro, il costo simbolico del biglietto. L’intero incasso sarà devoluto in beneficenza all’associazione Airc, a sostegno della ricerca sul cancro.   Tornano anche le prestigiose mostre fotografiche ospitate dalla kermesse. Giovedì 19 dicembre, alle ore 18, negli spazi del Cinema Citrigno, sarà inaugurata la mostra multimediale “La visione dello sguardo. Il cinema di Michelangelo Antonioni” a cura di Michele Pingitore. Una mostra in collaborazione con l’Archivio Nonnato, l’associazione Michelangelo Antonioni di Ferrara. Ad inaugurare l’allestimento Elisabetta Antonioni, nipote e presidente dell’associazione. A seguire, la proiezione del video “Z.i.b.s.i.r.k.a.e.” di Orazio Garofalo.   In programma, Martedì 17 dicembre,  per la sezione “Set italiani”, alle ore 20.30, al Cinema San Nicola, la proiezione speciale de “il Pasticciere”.Ospite della kermesse il regista Luigi Sardiello e il protagonista della pellicola Antonio Catania. “Il pasticciere” si colloca, secondo la critica, nell’iconografia europea. Racconta l'odissea di un uomo tranquillo dotato però di un talento speciale e di una natura buona e leale, alle prese con guai più grandi di lui e scelte sempre più difficili. La storia di un uomo che ha fatto dell'attenzione al dettaglio la propria ragione di vita.   Mercoledì 18 dicembre per la sezione “Il giardino dei talenti”, “Sei sull’autobus” di Simone Antonelli, Giacomo Bisordi, Rita De Donato, Irene di Lelio Antonio Ligas, Emiliano Russo proiettato alle ore 20.30, al Cinema Citrigno sala 2. Sei esordi per gli allievi dell´Accademia Silvio d’Amico di Roma, promossi e sostenuti dalla Siae e coordinati da Sergio Rubini. Un racconto collettivo, un mosaico di storie di vita, sei cortometraggi che sei ragazzi si sono inventati passando dalle tavole di un palcoscenico al pianale traballante su ruote di un autobus di linea. In programma l’incontro con uno dei giovani registi, Rita De Donato.   Il festival continua venerdì 20 dicembre , con la sezione “ Cinema e letteratura- Parole di celluloide”, alle ore 11, nella sede di Confindustria con la presentazione del film di animazione “L’arte della felicità” di Alessandro Rak  e il libro “Io e l’avvocato- Storia dei nostri padri” di Mimmo Calopresti. Interverranno gli autori: Alessandro Rak e Mimmo Calopresti.     L’evento speciale, venerdì 20 dicembre, alle 20.30, con cui si concluderà la VII edizione della kermesse,  avrà come ospite d’onore Nicola Piovani. Un grande concerto, sul palco dello storico Teatro Rendano, che sarà offerto al pubblico con il costo simbolico di 2 euro a biglietto! L’intero incasso sarà devoluto in beneficenza così come per la visione dei film. I tikets sono in vendita presso  l'agenzia “InprimaFila” di viale degli Alimena di Cosenza.   La serata conclusiva del festival si svolgerà, sul palco del Teatro Rendano, con il tradizionale red carpet e la passerella di star ospiti della cerimonia di consegna del Premio Federico II.

di Redazione | 16/12/2013

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia IonioNotizie per la tua pubblicità bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it