We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Modena (Modena) - Priorità alla mobilità sostenibile. Il Comune condivide le proposte di miglioramento della rete ciclabile


Completamento e miglioramento della rete di piste ciclabili, potenziamento del trasporto pubblico locale sulla base dell’analisi dei flussi principali e attraverso corsie preferenziali, raccordo delle complanari per portare il traffico fuori dalla città, e revisione delle linee ferroviarie Modena-Sassuolo e Modena-Rubiera. Sono gli obiettivi condivisi dall’Amministrazione sul tema della mobilità sostenibile emersi dalle proposte dei partecipanti al percorso ‘100 per Modena’. Lo sviluppo della mobilità ciclabile è una finalità pienamente condivisa dal Comune, che mira ad accrescere la continuità e la sicurezza delle sedi ciclabili proprie e a raccordare al meglio la rete, completando gli assi viari principali di accesso alla città. La previsione di sezioni stradali condivise da parte di più utenti, cioè auto, bici e pedoni, come richiesto nelle proposte, è attuabile con l’eccezione delle strade a scorrimento veloce e a forti volumi di traffico. Per ciò che riguarda la rete di trasporto pubblico locale, l’Amministrazione evidenzia che l’adeguamento “è costante e praticato sulla base dei dati e delle esigenze, secondo una logica di flessibilità commisurata alle risorse economiche disponibili, così come lo sviluppo di corsie preferenziali e di nuove linee filoviarie”, si legge nelle motivazioni in risposta alle proposte. “Si ricorda il livello sempre calante di finanziamento del Tpl a livello nazionale”. La connessione ferroviaria Modena-Sassuolo “richiede sicuramente un ripensamento alla luce dei dati gestionali e dei risultati di utenza. È strutturalmente costosa dal punto di vista economico – si legge ancora – ha limiti funzionali per la qualità del materiale rotabile, produce notevoli impatti sulla mobilità veicolare urbana e produce in certa misura anche impatti ambientali legati al rumore dei convogli e dei passaggi a livello per i residenti. È in corso uno studio per la trasformazione in un mezzo in sede propria che consenta anche una maggiore frequenza delle corse e delle fermate con l’obiettivo di tempi di percorrenza competitivi”. La linea storica ferroviaria Modena-Rubiera, infine, potrebbe essere sostituita da un mezzo a elevata capacità in servizio lungo la via Emilia ovest L’inserimento di una tramvia in sede propria, come richiesto nelle proposte, richiede infatti un investimento estremamente elevato oggi non sostenibile in autonomia dal Comune, come elevato è anche il costo dell’acquisizione dell’area di sedime dell’attuale percorso.

di Redazione | 24/11/2013

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it