We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Chivasso (Torino) - L’Associazione nazionale marinai d’Italia “Ener Bettica” sta pianificando la Festa di Santa Barbara 2013


Per il primo dicembre l’Associazione  nazionale marinai d’italia “Ener Bettica” di Chivasso sta organizzando solenni festeggiamenti in onore di Santa Barbara, Patrona della Marina Militare. In realtà la Chiesa celebra questa Santa e Martire il 4 dicembre, ma l'Anmi cittadina la ricorda nella prima domenica utile. Qui solitamente si preparano sfilate per le vie cittadine, si celebra la Santa Messa e, successivamente, si svolge un consueto momento conviviale, durante il quale si effettua l’elezione di “Miss Stella Marina”. L’iniziativa rappresenta, fra l’altro, anche un reale momento di socializzazione e interazione fra i partecipanti.  Il programma dettagliato verrà stilato nei prossimi giorni. Il sodalizio dei marinai di Chiasso è un gruppo storico. Per conoscere la sua storia si deve partire dalla fine della seconda Guerra Mondiale. Allora i marinai chivassesi combattenti erano 6: il signor Bertolino, arruolato volontario, e atri 5 compagni che, lavorando alla Fiat Grandi Motori di Torino, erano stati arruolati d’obbligo. (notoriamente questo territorio, infatti, non era e non e’ terra di marinai, ma di alpini, fanti e bersaglieri!) Altri marinai arrivarono a Chivasso nel 1952, anno in cui si avviò la costruzione della Centrale Idroelettrica. Il Direttore di allora, Ufficiale di Macchina proveniente dalla Marina Militare, avendo bisogno di personale esperto, ebbe la brillante idea di inoltrare  offerte di lavoro ai Comandi Marina, agli Arsenali ed alle Capitanerie di Porto per personale in congedo della M.M. con la qualifica di meccanici, elettricisti, aggiustatori, saldatori , pratici di turbine. Con la certezza di un posto di lavoro sicuro e qualificato, in breve tempo giunsero a Chivasso molti “marinai”. Altra “linfa marinaresca” arrivò in città tra il 1958 e il 1960, quando fu costruito il grande stabilimento automobilistico della Lancia, che impiegò molti immigrati provenienti dal sud e quindi spesso facenti parte di famiglie marinare! Nel 1979 il Cav.  Riscaldino, già sottufficiale della M.M.,  venne al corrente della presenza di molti ex marinai ormai residenti nel chivassese, e da qui all’idea di fondare un Gruppo Anmi, il passo fu breve! Riuniti un discreto numero di questi ex marinai espresse il desiderio di costituire il Gruppo dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia e con l’entusiastica adesione di tutti il sodalizio fu fondato il 9 dicembre 1979 e intitolato a un caduto di origine chivassese: “Capitano Di Corvetta Ener Bettica”, caduto nel Canale di Sicilia il 2 dicembre 1942 al comando del cacciatorpediniere Folgore. Attualmente il Gruppo partecipa a manifestazioni civili e militari con notevole partecipazione di iscritti, organizza gite e momenti conviviali per favorire lo stare insieme di soci , famiglie , e semplici simpatizzanti.  

di Redazione | 18/10/2013

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it