We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crotone (Crotone) - Affidato impreziosisce la Madonna di Regina Pacis della Basilica di Ostia Lido


Sono opera del maestro orafo crotonese Michele Affidato le corone con cui il Cardinale Monsengwuo Pasinya, titolare della Basilica di Ostia Lido, affiancato dall’arcivescovo Monsignor Cyril Vasil e circa trenta presbiteri, lo scorso 28 ottobre ha incoronato la Madonna di Regina Pacis durante una solenne concelebrazione cui ha partecipato, insieme alle rappresentanze istituzionali del territorio lidense, un eccezionale numero di fedeli che hanno visto finalmente messa nel giusto risalto la loro profonda devozione mariana. La comunità di Ostia ha voluto così esprimere la propria rinnovata devozione alla Vergine della Pace, in un momento in cui il tema della pace assume una particolare rilevanza e drammaticità. La Basilica per questo fu costruita nel 1926, sotto Pio XI, e per questo continua ad offrirsi come segno di ripudio alla violenza e alla guerra. Per il maestro Michele Affidato, ormai specializzato nella creazione e nel restauro di opere di arte sacra, si è trattato di un nuovo incarico prestigioso giunto da fuori regione. Nelle corone la  particolare lavorazione eseguita interamente a mano evidenzia vari motivi floreali a rilievo con incastri dove sono state incastonate pietre naturali di topazio azzurro e ametiste di taglio sfaccettato. Michele Affidato, nel saluto al Cardinale Monsengwuo Pasinya ha evidenziato il particolare impegno che lo ha mosso nell’esprimere artisticamente l’opera di prezioso e puro artigianato, non trascurando infine gli auguri al Cardinale nominato fra gli otto “saggi” che Papa Francesco ha nominato per la riforma della curia romana. Proprio Papa Francesco lo scorso 18 settembre aveva benedetto le corone della Madonna di Regina Pacis e sono, quindi, già 4 le opere di arte sacra realizzate da Affidato e benedette da Papa Bergoglio. Reduce del premio “Nella Memoria di Giovanni Paolo II” che si è tenuto nel mese di settembre nel Istituto penale minorile “Malaspina” di Palermo, dove ha realizzato i premi, Affidato è impegnato nel realizzare un’altra opera di arte sacra che consiste in uno Stellario per la statua della Beata Vergine Immacolata di Castelsilano risalente alla metà dell’800. A quest’opera commissionata dal parroco Don Francesco De Simone è legata la nascita di una congregazione di suore, le Figlie dell’Immacolata Concezione di Buenos Aires, oggi operanti principalmente in Argentina, la cui fondatrice è Madre Eufrasia Iaconis, illustre figlia di Castelsilano. Nel 2012, nelle vesti di Cardinale di Buenos Aires, proprio Papa Bergoglio ha indetto, portato avanti e concluso il processo diocesano di beatificazione di Madre Eufrasia. L’opera che l’orafo Michele Affidato realizzerà sarà benedetta da Papa Francesco in Vaticano il 23 ottobre ed il prossimo  8 dicembre in una solenne celebrazione a Castelsilano sarà sistemata sulla statua lignea raffigurante l’Immacolata Concezione. Con la sua arte Affidato sta segnando in vari luoghi un momento storico ben preciso nel realizzare opere che raccontano la tradizione e il culto di un popolo, opere  destinate a restare nella storia. Il Maestro orafo crotonese firma con la sua arte orafa anche eventi e premi prestigiosi; infine l’orafo crotonese è impegnato nella creazione di una nuova linea di monili ai quali presterà ancora una volta il volto la bella Anna Falchi.  

di Redazione | 12/10/2013

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno IonioNotizie per la tua pubblicità Affittasi garage Via Meucci Mirto Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2020 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it