We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Altomonte (Cosenza) - Festival euromediterraneo, tutto esaurito per il concerto di Ornella Vanoni


Un vero trionfo, un sold out annunciato per il concerto della “Signora della musica italiana” Ornella Vanoni in “Io canto per essere felice”, in esclusiva regionale per la IX edizione del Festival Euromediterraneo di Altomonte. Più di 2000 spettatori hanno gremito lo storico anfiteatro “Costantino Belluscio”, l’esordio del festival affidato a un’icona della musica internazionale. E’ la prima volta che Ornella Vanoni calca il palco di Altomonte per un concerto che ha ripercorso più di treant’anni di musica italiana. Un mix di sonorità e ricordi “Io canto per essere felice” di Ornella Vanoni. Una grande diva, con i suoi capelli rosso fuoco e il suo fascino sofisticato. I toni sono intimi e informali scherza con il pubblico, bacchetta i suoi musicisti  (Eduardo Hebling al Contrabbasso, Paolo Vianello al Pianoforte e Nicola Oliva alla Chitarra), scende giù dai tacchi e  libera persino la sua cagnolina vivacissima. Ma è la sua voce a conquistare il pubblico, una scaletta che ripercorre i suoi più grandi successi e le prestigiose collaborazioni con mostri sacri come Vinicius de Moraes e Toquinho, Gino Paoli e un tenero omaggio a Lucio Dalla. Una carriera straordinaria e irripetibile quella di Ornella Vanoni. Con frequenti "digressioni" stilistiche, con una discografia ricca di originale coerenza artistica alla continua ricerca musicale. Il ritmo va dal jazz al pop, dal latino, senza dimenticare i più bei brani della musica italiana: “Vita” (con cui apre il concerto), “Averti addosso”, “Insieme a te non ci sto più”, “ La mia storia tra le dita”. E poi, ancora, le canzoni che l’hanno resa celebre al grande pubblico (“Mi sono innamorato di te” di Luigi Tenco, o “Rossetto e cioccolato”),  alle incurisoni nella musica napoletana “Anema ‘e core” fino alla sofisticata  “My funny Valentine” e al saluto finale del tutto originale, sulle note di “Stella stellina”. Vanoni racconta, tra un brano e l’altro, con una leggerezza irresistibile  le sue disavventure sentimentali, i suoi grandi incontri artistici e la sua idiosincrasia per la tv e il gossip spicciolo. Ed il  pubblico è rapito dalla sua voce calda e le sue parole libere.Lunghi applausi per un concerto in cui è emersa  non solo la straordinaria cantante ma anche la donna, e la grande artista.     Prossimo appuntamento del Festival Euromediterraneo, domani, venerdì 2 agosto, alle ore 21, nell’anfiteatro cittadino, l’esilarante Lello Arena in  “L’avaro” di Molière. Un classico diretto in un nuovo allestimento da Claudio Di Palma con Lello Arena che affronta per la terza volta un testo di Molière in un ruolo, Arpagone, che come scrive Squarzina, ha in sé nello stesso tempo il tragico e il comico.

di Redazione | 01/08/2013

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno IonioNotizie per la tua pubblicità Affittasi garage Via Meucci Mirto Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2020 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it