We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Longobucco (Cosenza) - Furto nell'abitazione dei parroci della frazione Destro


di FRANCESCO MADEO - Un furto è stato compiuto, nella frazione Destro di Longobucco, ai danni dell’abitazione del sacerdote don Shine, parroco della Chiesa del Sacro Cuore della popolosa frazione. Ignoti, approfittando dell’assenza del sacerdote, forzando la porta si sono immessi nell’abitazione mettendo a soqquadro le varie stanze e portando via vari oggetti e delle somme di denaro. Il fatto ha destato enorme turbamento nei fedeli di Destro e Longobucco, anche perché è la prima volta che un fatto così grave avviene all’interno della comunità. A rendersi interprete dello sdegno di tutti è stato il Presidente dell’Azione cattolica di Longobucco, Igino Romano, il quale, nei giorni scorsi, al termine della Santa Messa vespertina, ha voluto esprimere pubblicamente la vicinanza al sacerdote, chiedendo alle forze dell’ordine di individuare i responsabili del gesto e agli ignoti ladri  ha rivolto l’appello di  pentirsi e restituire ciò che è stato rubato. Solo così –ha detto- potranno ritornare a vivere a posto con la propria coscienza. Il responsabile dell’associazione ha anche affermato che fatti così gravi non possono passare inosservati e ha invitato tutti alla vigilanza. Al termine della Santa Messa anche il parroco don George ha voluto esprimere alla comunità il suo stato d’animo e il proprio turbamento per quanto accaduto ai danni dell’abitazione nella quale lui stesso dimora insieme al proprio confratello don Shine. “Tre sono le cose importanti che un uomo possiede nella vita –ha detto  don George, la casa è il posto in cui uno si rifugia. Vederla violentata e messa a soqquadro ha messo in noi paura e tristezza –ha aggiunto- soprattutto per un atto compiuto ai danni di sacerdoti stranieri giunti qui da un paese così lontano come l’India. Don George ha invitato tutti a pregare per coloro che si sono macchiati di un così grave gesto, affinché si convertino. Ha poi invitato, soprattutto gli anziani della comunità e le donne, a vigilare per la sicurezza delle proprie abitazioni e anche, in questo periodo di festa in onore del santo Patrono,  San Domenico, di stare attenti perché persone sconosciute approfittino entrando nelle abitazioni per fini criminali. Il gruppo di opposizione “Per Longobucco centro e frazioni unite”, in un comunicato a firma di Eugenio celestino, capogruppo consiliare, ha espresso “solidarietà a don Shine e don George”, parroci di Longobucco “per il vile e grave atto subito ai danni della propria abitazione sita nella frazione Destro. Un atto sacrilego –ha scritto Celestino- perché perpetrato nei confronti di due sacerdoti che prestano con amore il proprio servizio alla Chiesa e alla comunità dei fedeli. Fatto ancor più grave perché compiuto nei confronti di due giovani “ospiti” provenienti da un paese lontano come l’India. Episodi così –questa la denuncia- non possono passare inosservati.  Condanniamo perciò il tentativo di minimizzare, di non parlarne, quasi per non “rovinare” l’immagine del nostro paese fuori dal recinto amico”. Nel documento, il capogruppo consiliare sottolinea la particolare situazione creatasi. “Ormai –scrive- sono troppi i fatti criminosi che giornalmente si verificano nella nostra comunità a danno di famiglie, abitazioni, anziani, lavoratori".

di Francesco Madeo | 30/07/2013

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia IonioNotizie per la tua pubblicità bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it