We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Corigliano Calabro (Cosenza) - Pesca, Un incontro fra i Sindaci di Corigliano e Cariati con le marinerie delle due città, anche la provincia fa registrare la sua presenza


Prosegue l'azione di sostegno delle istanze che giungono dal comparto ittico contro le nuove misure introdotte dal Regolamento Cee. Il Sindaco di Corigliano Calabro, Pasqualina Straface, riconferma la propria attenzione nei confronti di un settore del quale – riferisce testualmente una nota del Comune di Corigliano - ha scelto di tenere la delega e con il quale ha più volte condotto battaglie per scongiurare lo spettro di una crisi, che ora più che mai rischia di abbattersi sulle famiglie di una delle più grandi marinerie del Mezzogiorno italiano. Questa volta la battaglia assume i toni corali di una lotta condotta insieme al Comune di Cariati e al suo primo cittadino, Filippo Giovanni Sero. I sindaci dei due comuni jonici, si sono incontrati, venerdi 11 giugno presso il mercato ittico di Schiavonea, insieme all'Assessore Provinciale, Leonardo Trento e alla presenza di una nutrita rappresentanza delle marinerie delle due città, che ansiosamente attendono dal mondo delle istituzioni, quelle rassicurazioni necessarie alla sopravvivenza di un comparto che, come ha rimarcato, il Sindaco Straface, <<è stato trattato per troppo tempo, con estrema superficialità, senza una vera programmazione, come testimonia il nuovo regolamento CEE, che pretende di applicare delle norme generali, omettendo di riflettere sul fatto che ogni mare ha delle specificità precise che lo rendono diverso dagli altri>>. Si è trattato di un incontro storico tra due comuni, che hanno deciso di avviare un percorso comune, allo scopo di difendere i diritti di un settore fatto innanzitutto di tanto sacrificio. Vista l'impossibilità di poter cambiare il nuovo regolamento che porterà la grandezza delle maglie delle reti da 40mm a 50mm, entrambi i Sindaci, hanno rassicurato i pescatori, per quanto attiene il sostegno economico che verrà elargito in favore del comparto, grazie anche alla strenua azione del parlamentare, Giovanni Dima, che si sta facendo garante delle esigenze del settore ittico, presso il governo centrale di Roma. Il Sindaco Straface, ha poi posto l'accento sui temi del caro gasolio, per il quale sono previsti forti indennizzi, cosi come ha ribadito che è già stata chiesta l'attivazione del de minimis relativo alla questione delle navi dei veleni, che hanno fortemente danneggiato il settore. È stata inoltre annunciata l'attivazione di un tavolo azzurro in entrambi i comuni di Corigliano e Cariati, per avviare insieme quella programmazione che manca al settore ittico. <<Una programmazione>>, ha sottolineato Pasqualina Straface, <<capace di tenere conto delle specificità territoriali e che sappia dare garanzie al settore della pesca, al fine di evitare che venga ulteriormente danneggiato, specie in un periodo di crisi economica globale, come quello che stiamo vivendo>>.  Il Sindaco di Cariati, in piena sintonia con quello di Corigliano, ha evidenziato anche l'esigenza di dare maggiori informazioni a coloro che lavorano nel settore ittico, che troppo spesso arrivano impreparati ai cambiamenti delle regole, <<tanto che il Regolamento CEE, risalente al dicembre del 2006, ha colto nel 2010, totalmente di sorpresa i pescatori>>. Anche il Sindaco Sero, ha ribadito la necessità di lavorare sulle misure di sostegno al comparto e sull'esigenza improcrastinabile, che si tratti di indennizzi erogati sul breve termine a quanti verranno danneggiati dalle nuove regole. L'Assessore Provinciale Trento, ha poi espresso il pieno sostegno dell'Ente da lui rappresentato nei confronti dei pescatori, proponendo che il tavolo azzurro venga esteso a tutta la Provincia di Cosenza, al fine di coinvolgere quanti più comuni possibile e dare maggiore forza alle proprie istanze.  All'incontro è intervenuto anche Ignazio Gentile, nella doppia veste di consigliere comunale e di rappresentante di Federcoopesca. Il consigliere del Pdl ha evidenziato i risultati dell'incontro tenutosi nei giorni scorsi presso la sede della Regione Calabria, insieme all'assessore Trematerra, che ha manifestato la propria disponibilità e volontà ad intraprendere ogni azione possibile in sostegno della pesca, a partire dalla spinosa questione relativa al periodo di fermo pesca, che è stato inquadrato, sulla base del suggerimento degli stessi pescatori, nel periodo che va da Aprile ad Agosto. Ulteriori sviluppi, verranno affrontati nel corso del prossimo incontro, che si svolgerà alla presenza dell'onorevole Dima, oggi, domenica 13 giugno, presso l'oratorio San Leonardo a Schiavonea, a partire dalle ore 17:00

di Redazione | 13/06/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it