We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Premio di Pittura Luca D’Amico, vince Sebastiano Mendola da Lentini


Sebastiano Mendola da Lentini (Siracusa) con “Il sogno italiano”, dipinto ad olio su tela, è il vincitore del Premio di Pittura “Luca D’Amico”, edizione 2010, consistente in euro 500,00 offerti dalla famiglia D’Amico (consegnato dal primogenito Nicola) e la partecipazione ad un evento che verrà posto in essere dall’Associazione “Una strada per l’arte” di Roma. Questo – riferisce testualmente una nota stampa - è il verdetto conclusivo di una iniziativa curata da Antonio D’Amico e famiglia in memoria dell’artista Luca D’Amico loro congiunto, coordinatore del Gruppo Artisti Rossanesi,con il patrocinio del Comune, con la collaborazione dei Liberi Artisti Rossanesi e del giornalista Pier Emilio Acri, che ha coordinato la cerimonia di premiazione tenutasi nel Centro Storico di Rossano nella sala rossa del palazzo della cultura, gremita per la presenza di un pubblico numeroso proveniente da tutta la provincia (presente Giuseppe Valente figlio dell’indimenticato storico Gustavo al quale Luca D’Amico era legato da grande affetto), nonché il consigliere provinciale Rapani e gli assessori comunali Converso, Fortino e Lavia e il sindaco di Campana Manfredi. La Commissione esaminatrice ha dovuto lavorare sodo per scegliere fra le 72 opere partecipanti le 46 da esporre nella sala grigia e fra queste i dipinti da premiare: un lavoro fatto con competenza e coerenza. Presenti autorità civili e militari, la cerimonia di premiazione è stata caratterizzata dagli interventi di Pier Emilio Acri (sui quattro cardini della vita terrena di Luca D’Amico: Famiglia, lavoro, amicizia, pittura), del Sindaco Francesco Filareto (che ha dissertato sull’importanza di Rossano come città di arte e cultura e del segno lasciato dal passaggio di Luca D’amico) e dell’artista Salvatore Santalucia, coordinatore del LAR (breve biografia di Luca D’Amico caratterizzata da spirito battagliero e da grande entusiasmo). Antonio D’Amico ha porto i saluti ai presenti e ai partecipanti che da tutta Italia e dall’estero hanno inviato le loro opere, dissertando sull’obiettivo del premio da lui voluto e curato: dare visibilità a tutti gli artisti partecipanti nel ricordo paterno. Forniamo di seguito l’elenco degli altri artisti premiati: 2° Premio Trofeo “Città di Rossano” con omaggio della “Storia di Rossano” di Alfredo Gradilone  a Rocco Regina  da Mormanno, consegnato dal sindaco Francesco Filareto; 3° Premio - Targa “Città di Rossano” a Lina Barci da Rossano,  consegnato dal m° Pancrazio Promenzio, presidente Liberi Artisti Rossanesi (con intervento ricco di grande emotività nel ricordo di un amico vero e di chi, come D’Amico e Antoniotti ha fatto arte a Rossano negli anni Sessanta); Premio della Commissione a Kedzor Kataryna da Corigliano Calabro  dall’avv. Giuseppe Zumpano (collezionista d’arte, che si è complimentato per la professionalità dei componenti della giuria, fornendo spunti di riflessione sulla validità del premio); premio per la tecnica consegnato dal maestro Antonio D’Amico a  Petronela Dascalasu da Terranova da Sibari; premio per la tecnica consegnato dal critico d’arte Luigi Fusaro (orgoglioso di aver fatto parte della giuria e del valore dei partecipanti per la loro creatività) a Nino Reale da Rossano; premio per la tecnica consegnato dal maestro Alfonso Caravetta (con un attento volo sulla storia dell’arte italiana e calabrese e un invito ai giovani pittori a non barattare ciò che si è con ciò che si ha) a Federica Noce da Rossano; premio per la tecnica consegnato dal gallerista Franco Verrino a Rosaria Spina da Rossano;  premio per l’artista selezionato per “Riciclart 2010” consegnato da Walter Pulignano - presidente “Riciclart” ad Antonello Caligiuri  da Rossano;   menzione speciale per l’originalità cromatica per il dipinto “Creature della notte” di Laura Bellusci da Busto Arsizio; premio per il valore sociale dell’opera, consegnato dal sovrintendente capo della Polizia di Stato Antonio Pisano (che ha declamato una sua poesia dal titolo “Vittime” e che ha dato risalto al valore dell’arte come espressione dell’anima)  per l’opera “La Crocifissione” a Maria Brunetti da Rossano;  menzione per il messaggio culturale, riconoscimento consegnato dal m° Sasà Santalucia, coordinatore Liberi Artisti Rossanesi a Demetrio Azzinnari da Corigliano Calabro;  premio per l’originalità cromatica consegnato dal m° Gaetano De Simone  per l’opera  “Mandira nebula diese nach vergeth” a Giuseppe Aiello da Altilia;  premio per l’artista selezionato da “Koinè”, consegnato da Settimio Ferrari (editore e critico d’arte che da 25 anni opera con successo in città, che ha definito Luca D’Amico una “persona speciale”) al giovanissimo Renzo Sasha da Rossano;  menzione per l’originalità dell’idea, riconoscimento consegna dall’artista Lucietta Visciglia ad Ernesto Graziano da Rossano. 

di Redazione | 11/06/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno IonioNotizie per la tua pubblicità Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2020 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it