We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Lecce (Lecce) - Confcommercio Lecce all'assemblea nazionale per dar voce alle imprese salentine


"Agire con tempestività e profondità per dare risposta alle tante emergenze delle imprese di un settore, il Terziario, che rappresenta un fattore di grande rilevanza per l'economia del Paese. " E' stato questo l'appello che il Presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, ha voluto fare in occasione dell'ASsemblea nazionale alle forze politiche presenti, dando voce così' al grave malessere che sta colpendo le imprese italiane del commercio, turismo e servizi.   All'incontro, che si è svolto a Roma questa mattina, all'Auditorium Conciliazione, hanno preso parte  i rappresentanti del parlamento, espressione del nuovo Governo, tra cui il Ministro dell'economia Flavio Zanonato, il salentino ministro della cultura, Massimo Bray,  il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola.   L'assemblea ha visto la partecipazione di una delegazione della Confcommercio di Lecce, composta da imprenditori dei svariati settori produttivi che, guidati dal Presidente Alfredo Prete,  hanno voluto farsi portavoce in sede nazionale delle istanze degli imprenditori salentini, nel corso di un appuntamento annuale di incontro e confronto sulle più' urgenti difficoltà da affrontare per scongiurare lil fallimento del sistema imprenditoriale.   IMU, Aumento della partita IVa, TAres, ritardi dei pagamenti da parte della pubblica amministrazione, difficoltà di accesso al credito, occupazione. Questi i temi che hanno scaldato gli animi dei presenti all'assemblea, soprattutto a seguito dell'intervento del ministro Zanonato e delle testimonianze che gli imprenditori di Milano, Napoli, Bologna, Asti e Palermo hanno voluto fare in collegamento diretto dalle  sedi Confcommercio. Storie difficili di un terziario ormai in sofferenza al sud come al nord, accomunato tuttavia  dalla volontà degli imprenditori di continuare a restare uniti per far fronte alla grave crisi del momento.    "Va scongiurato l'ulteriore aumento di un punto dell'IVA  -ha affermato Patrizia Casilli,presidente provinciale della Fnaarc, il sindacato degli agenti di commercio - L'impatto di questo aumento sui consumi, sulla crescita e sull'occupazione sarebbe davvero benzina sul fuoco della recessione" .   Altro tema di rilevanza per le imprese del territorio e per la ripresa economica e sul quale ci si è soffermati e' stato il turismo, per via della sua capacità di generare il 9% del Pil italiano. "Il turismo e' un settore che necessita di investimenti  - ha dichiarato il presidente di Confcommercio lecce, Alfredo Prete - ma che tuttavia non puo' vivere di rendita, ne' tantomeno gravato da provvedimenti come la tassa di soggiorno, o come misure in materia di concessione o canoni demaniali, che rischiano di mettere in ginocchio il turismo balneare."   L'Assemblea e' stata la tappa conclusiva di un roadshow, che ha portato il presidente Sangalli ad incontrare gli imprenditori di numerose città italiane con lo scopo di raccogliere le istanze e le problematiche da presentare alle istituzioni.  

di Redazione | 13/06/2013

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 cartolandia nuovo 2015 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it