We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Sezze (Latina) - L’Amministrazione comunale promuove un incontro sul carciofo e la certificazione Igp


Il carciofo romanesco e la certificazione Igp. Questo il tema discusso alla presenza del sindaco Andrea Campoli, dell’assessore alle Attività produttive Maurizio Baratta, del presidente della Commissione Consiliare “Settori Produttivi” Luciana Lombardi, del dirigente del settore “Attività Produttive” Piero Formicuccia, del presidente provinciale Cia (Confederazione italiana agricoltori) Renato Campoli, del Presidente Confagricoltura Latina Adelino Lesti, del presidente provinciale Coldiretti Carlo Crocetti e del presidente della Coldiretti sezione di Sezze Vittorio del Duca; a presenziare l’incontro anche l’Assessore all'Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Lazio Sonia Ricci. “Da anni – ha spiegato il sindaco - si discute sulla possibilità di identificare il carciofo prodotto sul nostro territorio con il marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta), venendo incontro alle esigenze del mercato, iniziativa tra l’altro ripresa e discussa nell’ambito del convegno promosso nell’Aprile scorso in occasione della Sagra del Carciofo. Oggi ci proponiamo di capire quali sono stati gli ostacoli che i nostri produttori hanno avuto nell’utilizzo del disciplinare dei prodotti IGP per potersi fregiare di questo marchio. La presenza dell’assessore regionale è importante, poiché potrà raccogliere le nostre istanze al fine di trovare una strategia comune per giungere ad una risoluzione del problema”. Sul tema trattato l’assessore regionale Sonia Ricci ha dichiarato: “dobbiamo investire su prodotti che ci rendano riconoscibili al consumatore e il carciofo è uno di questi. Il produttore, purtroppo non investe sull’IGP, poiché è una coltura che richiede processi lunghi e costosi. Compito delle Istituzioni è quello appunto di sostenere le imprese nel costruire questo processo di riconoscibilità del prodotto. Il Comune di Sezze da questo punto di vista ha già promosso convegni sul tema e ha dato vita ad una serie di iniziative volte ad incentivare la produzione del carciofo romanesco. Per quanto concerne il disciplinare dell’IGP, sicuramente la difficoltà sta nelle regole relative al confezionamento, elementi tecnici che possono essere modificati e migliorati venendo incontro alle esigenze dei produttori”. Il dirigente Piero Formicuccia ha ricordato come la precedente Amministrazione e quella attuale abbiano promosso dei bandi volti a sostenere i produttori locali di carciofi, circa 43, identificati grazie ad un minicensimento effettuato. I presidenti delle associazioni di categoria hanno ribadito la necessità di “stimolare” la produzione del carciofo a Sezze, investendo sulla meccanizzazione, dal momento che l’attività agricola si svolge soprattutto con un lavoro manuale e la necessità di indirizzare il Consorzio ad un lavoro mirato ad identificare meglio questa coltura anche nel processo di distribuzione. Il sindaco Campoli, dopo i diversi interventi, ha proposto di costituire un tavolo tecnico che da qui ad un mese si impegni a proporre modifiche al disciplinare dell’IGP e ampliare le attività del Consorzio e delle associazioni di categoria, affinché la produzione del carciofo possa essere incentivata. Proposta accolta dall’assessore regionale Sonia Ricci che ha precisato: “l’impegno che mi assumo è quello di convocare nell’arco di un mese il Consorzio cercando di comprendere quali sono le problematiche presenti, invitando successivamente i sindaci che ne fanno parte. Altro passo sarà quello di avviare questo tavolo tecnico di cui dovrà far parte anche la grande distribuzione e parallelamente il mio assessorato si impegnerà a supportare i Comuni nel dialogo e nella comunicazione con i produttori locali. La sfida maggiore è la riconoscibilità del carciofo sul mercato. L’importante è che sia un progetto condiviso che curi tutti gli aspetti che vanno dalla produzione alla distribuzione del prodotto”.

di Redazione | 05/06/2013

Pubblicità

10 aprile decennale IonioNotizie.it vendesi tavolo da disegno studio sociologia buona pasqua ionionotizie bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano Affittasi appartamento Via Nazionale (banner 300x170)


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it